come pulire un tappeto

15 Trucchi che Devi Conoscere su Come Pulire un Tappeto Fai da Te

Sapete come pulire un tappeto con prodotti che sicuramente avete già in casa? In questa guida vedremo come rinfrescare il vostro complemento d’arredo preferito, perché per far sì che dia davvero un tocco di calore e, che sia piacevolmente decorativo, deve essere sempre pulito, privo di macchie e soprattutto… non deve emanare un cattivo odore!

Vediamo quindi come pulire il tappeto in casa, senza spendere molti soldi e senza utilizzare prodotti tossici. 

1, Passare l’aspirapolvere regolarmente

Se non volete ritrovarvi ogni sei mesi a effettuare una lunga, estenuante pulizia del vostro tappeto, vi consigliamo di passare l’aspirapolvere quotidianamente (o, almeno, due volte a settimana…), soprattutto se avete animali domestici o se in casa con voi vivono persone allergiche alla polvere e agli acari.

Ricordate che più attenzioni rivolgete ai vostri tappeti, meno difficile sarà rimuovere macchie e sporco. 

Impostate il vostro aspirapolvere nella modalità adatta a questo tipo di supporto e il resto verrà da sé. Se però il vostro tappeto è vecchio, fragile, evitate di utilizzare questo tipo di spazzola (troppo aggressiva) e limitatevi ad aspirare la polvere con delicatezza. Aspirate dall’alto verso il basso e da sinistra a destra.

Per pulire il tappeto a pelo lungo o shaggy, ormai sempre più popolare nelle nostre case per via della sua morbidezza e della sensazione di calore che dà, occorre un’operazione ben mirata.

Questa tipologia è infatti un bellissimo complemento d’arredo, soprattutto per chi vuole rendere accogliente il soggiorno o la camera da letto, ma le sue lunghe fibre possono essere un terreno perfetto per batteri e microbi che potrebbero addirittura generare della muffa.

Prendersene cura diventa quindi fondamentale, anche se risulta essere difficile. Il modo migliore per pulire un tappeto a pelo lungo o shaggy è usando il solo tubo dell’aspirapolvere.

Quindi niente spazzola poiché il lungo manto potrebbe aggrovigliarsi alle sue setole o rulli. Volendo, è possibile usare anche lo strumento per le fessure.

pulire tappeto con ammoniaca

2, Bucce di patate per ravvivare il tappeto

Se non avete voglia di rivolgervi a un professionista per ravvivare il vostro tappeto e farlo sembrare come nuovo, potete benissimo farlo da soli usando uno stratagemma naturale ed efficace.

L’ingrediente magico è la patata, probabilmente lo avrete già in casa (e magari aspetta anche da un po’ di essere utilizzata…). Per ravvivare il vostro tappeto usando le patate, dovrete preparare un infuso concentrato con le bucce. Imbevete quindi una spugna in questa soluzione, strofinate il tappeto e lasciate agire per qualche ora.

A questo punto, risciacquate con acqua pulita, sempre utilizzando una spugna. Infine, i tappeto dovrà asciugarsi, senza che nessuno ci cammini sopra. Un trucco decisamente della nonna, non trovate? E vi farà risparmiare un bel po’ di soldi...

3, Ravvivare i colori con bicarbonato e acqua frizzante

Belli i tappeti nuovi, appena posizionati nelle camere danno quel tocco in più che ci fa sentire proprio soddisfatti della scelta fatta, non trovate?


Ma si sa, col passare del tempo i toni potrebbero iniziare a perdere la loro luminosità e chissà, magari macchia incrostata potrebbe iniziare a comparire qui e lì…

Per cercare di riaccendere i colori possiamo usare una miscela economica e semplice, probabilmente con cose che sono già presenti nella vostra cucina: il bicarbonato di sodio (ottimo ingrediente per la pulizia dei tappeti e non solo, vedi rimozione della muffa, pulizia dei frigorifero e tanto altro…) che combinato con acqua frizzante può fare un buon lavoro.

Quindi, inumidite il vostro tappeto con l’acqua frizzante usando una spugna, strofinate delicatamente e lasciate asciugare per una trentina di minuti. A questo punto, cospargete il bicarbonato su tutto il tappeto, lasciate che si asciughi e passate l’aspirapolvere. 

Ammirate il risultato: vi piace il vostro nuovo tappeto? 

4, Pulire il tappeto con il bicarbonato: eliminare macchie di olio

Il bicarbonato di sodio funziona efficacemente quando si tratta di assorbire liquidi e odori, ma non tutti sanno quanto sia fantastico anche quando si tratta di assorbire l’olio dal tappeto.

Per far scomparire quella brutta macchia di unto procedete in questo modo: applicate una una generosa quantità di bicarbonato di sodio coprendo l'intera macchia. Lasciate quindi che assorba l’olio, quando la polvere sarà satura formerà una crosta secca. A questo punto, potete passare l’aspirapolvere e tamponare il resto della macchia usando un panno. 


5, Come pulire tappeto in casa con detersivo per piatti e aceto bianco

Chi preferisce pulire la casa in modo ecologico ed economico sa bene quanto l’aceto bianco possa essere miracoloso quando si tratta di pulizie domestiche e i suoi numerosi usi per igienizzare, deodorare e smacchiare.

Se il vostro tappeto è sporco non fatevi prendere dal panico, respirate profondamente e andate a prendere quella bottiglia di aceto di vino bianco che probabilmente aspetta triste in qualche pensile della cucina.

Iniziate col versare un po’ di aceto su un panno pulito e poi strofinate sulla macchia. Lasciate in posa per una quindicina di minuti e risciacquate con una miscela di acqua e detersivo per piatti, mescolando in modo da ottenere una schiuma (se preferite, usate pure uno sbattitore elettrico!). 

Strofinate sul tappeto e usate una spazzola per rimuovere lo sporco residuo, quindi fate un ultimo risciacquo con acqua pulita. Lasciate asciugare e godetevi il vostro tappeto smacchiato e pulito con aceto.

6, Pulire il tappeto dalla pipì di cane

Avere animali domestici è proprio una gioia ma cosa succede quando urinano sul tappeto?

Beh, diciamo pure che la loro urina può danneggiare il vostro tappeto, soprattutto se si infiltra nelle sue trame, ed emanare un odore terribile. Inoltre, rischiereste di ammirare ogni giorno quell’orribile macchia e sappiamo bene che quando si hanno dei cuccioli le macchie potrebbero aumentare di giorno in giorno…

E allora, cosa fare? Bene, abbiamo già visto come come pulire il tappeto con bicarbonato e quanto questa soluzione sia efficace per assorbire gli odori.
Applicate quindi una quantità sufficiente di bicarbonato sull’intera area da smacchiare, quindi lasciate che assorba la pipì, fin quando la polvere non si asciuga.  A questo punto, usate un aspirapolvere per rimuovere la polvere in eccesso. Vi siete accorti che anche il cattivo odore è sparito?

7, Come pulire un tappeto di lana

Per mantenere un tappeto di lana pulito, la cosa più giusta da fare sarebbe passare l’aspirapolvere quotidianamente. Si tratta di una tipologia molto delicata, l’ideale sarebbe utilizzare prodotti specifici. In alternativa, vi consigliamo di procedere in questo modo: appena viene rovesciato del liquido, tamponate la zona con un panno, cercando di assorbirlo il più possibile.

Potete poi provare a realizzare una miscela con uno shampoo delicato, dal ph basso: sciogliete qualche goccia di shampoo in acqua fredda, imbevete un panno pulito in questa soluzione e tamponate la macchia. Vi consigliamo di essere delicati, per evitare che le fibre possano rovinarsi. In alternativa, potreste provare con una miscela di acqua e detersivo per i piatti. 

come pulire tappeto con bicarbonato

8, Come pulire un tappeto persiano

Sapevate che è possibile pulire il tappeto persiano con il bicarbonato di sodio?
Questo prodotto è tra i migliori per la pulizia della casa, è economico, non inquina e con tutta probabilità si trova già in qualche mobile della cucina o del bagno.

Il suo utilizzo è molto semplice: abbiate cura di cospargere il bicarbonato su tutto il tappeto (ma proprio tutto, tutto, senza tralasciare neanche un centimetro!), spazzolate con delicatezza utilizzando una spazzola dalle setole morbide (Attenzione! Vi consigliamo di spazzolare seguendo il verso del vello per non rovinarlo) e lasciate in posa per qualche ora. Vi suggeriamo anzi di fare questa operazione di sera, così che durante la notte il bicarbonato possa penetrare bene nelle fibre del tappeto.

A questo punto, non vi resta che passare l’aspirapolvere e svelare nuovamente i colori vivaci del vostro tappeto.

Se avete un giardino, potete portare il tappeto all’esterno, stenderlo e lavarlo usando l’idropulitrice o con la canna dell’acqua. Seguendo poi il verso del vello, passate un panno imbevuto di una soluzione con acqua e aceto. Quando le macchie saranno venute vie, fate un ultimo lavaggio con sola acqua. Naturalmente, potrete provare a riprodurre questa tecnica anche in casa, regolandovi di conseguenza.

9, Pulire il tappeto con l’ammoniaca

In alcuni casi è possibile utilizzare l’ammoniaca per pulire il tappeto. Poiché si tratta di trattamento aggressivo, vi consigliamo di fare la prova in una piccola area, magari quella invisibile che finisce sotto il tappeto, e lasciar trascorrere un giorno prima di procedere alla pulizia totale, per essere certi che non ci siano alterazioni di colori o alla texture del vello. 

Create una miscela composta dal 75% di acqua e 25% di ammoniaca e applicate sulla macchia, strofinando delicatamente con un panno. Se ci sono macchie di unto potete aggiungere una goccia di detersivo per piatti per sgrassare.

10, Smacchiare il tappeto con la schiuma da barba

La schiuma da barba è un ottimo alleato per rimuovere le macchie dal tappeto, sorprendente, vero? Questo prodotto ha una buona assorbenza, basta metterla sulla macchia e lasciare in posa per un’ora, quindi strofinate energicamente con una spugna e passate l’aspirapolvere. Se le macchie sono persistenti, vi consigliamo di lasciare agire la schiuma da barba per tutta la notte.

Come sempre, il nostro suggerimento è di testare la schiuma da barba come smacchiatore su un angolo del vostro tappeto, per essere sicuri che non venga danneggiato!

come pulire tappeto di lana

11, Eliminare una macchia di smalto da tappeto

Applicando lo smalto sulle unghie piedi farne cadere un po’ sul tappeto, magari mentre si guarda distrattamente la tv. Solitamente, la prima cosa che prendiamo per rimuovere una macchia di questo tipo è l’acetone ma questa volta dobbiamo trattenerci. Un modo efficace per rimuovere lo smalto da un tappeto è invece usando l'alcol denaturato.

Lasciate che lo smalto si asciughi sul tappeto, con un coltellino liscio raschiate via il più possibile lo smalto. A questo punto, applicate un po’ di alcol denaturato su un panno (o sulla carta assorbente) e tamponate delicatamente la macchia. Continuate fino a quando lo smalto non si dissolve.

12, Come eliminare le macchie di vomito da tappeto

Purtroppo, capita anche questo, che il tappeto si sporchi di vomito. Lo sa bene soprattutto chi ha animali domestici o bambini. Fortunatamente, la situazione potrebbe essere meno drammatica di quanto si possa pensare .

Per pulire il tappeto dal vomito con il bicarbonato, dopo aver tolto lo sporco in eccesso, cospargete questa polvere sulla macchia e aspettate che assorba il vomito. Lasciate riposare 15 minuti e poi passate l’aspirapolvere. 

A questo punto, mescolate un goccio di detersivo per piatti e un cucchiaio di aceto di vino bianco in mezzo litro d’acqua tiepida e usando un panno pulito, tamponate la zona macchiata.
In alternativa al bicarbonato di sodio potete usare l’amido di mais.

La macchia è venuta via ma l’odore è ancora presente? Abbiamo la soluzione!Unite 40 gr di borace (ucciderà i batteri che potrebbero causare il cattivo odore) con 500 ml di acqua, aggiungete 10 gocce di olio essenziale a vostro piacere (vi consigliamo il pompelmo, ha un odore gradevole e non infastidisce gli animali) e mescolate bene. Applicate la miscela sulla macchia e lasciate asciugare.

13,  Come eliminare una gomma dal tappeto

Fermi! Prima di tagliare la gomma dal tappeto provate questo trucco.
Prendete uno o più cubetti di ghiaccio (funziona anche il ghiaccio secco) e metteteli sulla gomma. Inizierà a congelarsi e indurirsi. Dovrà essere ben congelata e diventare solida, con il cambio di consistenza riuscirete a rimuoverla più facilmente dal tappeto.

Usando un coltello non dentellato, ad esempio quello da burro o una spatola in metallo, raschiate via la gomma, sollevandola gentilmente dal vello. Potrebbe sbriciolarsi e spezzarsi, non importa. Se ci sono ancora dei residui, ripete il passaggio con ghiaccio e la rimozione con il coltello. 

Pulite poi la zona con una soluzione creata con acqua, poco detersivo per i piatti e aceto bianco, quindi strofinate delicatamente l’aria. Lasciate asciugare il tappeto, prima di calpestarlo.

14, Come pulire il tappeto antiscivolo di doccia e vasca

Pulire il tappeto della lavatrice è molto importante, poiché nella parte sottostante si accumula sporco, muffa e batteri.
Potete procedere cospargendo sulla superficie del detersivo in polvere per lavatrice o del bicarbonato di sodio, che andrete a rimuovere con una spazzola. Vedrete che si creerà un effetto scrub che solleverà lo sporco dalle ventose. Sciacquate con acqua.

Per una maggiore igiene, adesso conviene pulire il tappeto con la candeggina.

Lasciate in ammollo il tappeto della doccia in acqua e candeggina per qualche ora, risciacquare accuratamente e se potete lasciatelo asciugare all’aperto, altrimenti potete utilizzarlo subito.

Se preferite, lavate il tappeto antiscivolo della doccia in lavatrice, massimo 30° e preferibilmente con programma “lavaggio a mano”, senza utilizzare la centrifuga. 

15, Come pulire il tappeto con bicarbonato e aceto e renderlo profumato

Siete alla ricerca di una soluzione forte e, allo stesso tempo, non tossica per pulire il vostro tappeto? Questo composto può essere utilizzato in modo universale quandosi ha voglia di fare pulizie domestiche più approfondite ma, come sempre, fate prima un test su una piccola zona.

Per creare questa soluzione, avrete bisogno di mescolare in 500 ml di acqua: 90 g di acqua ossigenata, 30 gr di aceto, cinque gocce di olio essenziale, un cucchiaio di ammorbidente, un cucchiaio di detergente per piatti

Dopo aver pulito il tappeto con l’aspirapolvere, tamponate questa soluzione con un panno pulito e lasciate asciugare.