5 motivi che rendono il robot aspirapolvere migliore dei concorrenti

?

Aspirapolvere, scope elettriche, con sacco, senza sacco, robot aspirapolvere, lava pavimenti, con filo e senza filo... Oggi giorno l'offerta di elettrodomestici per pulire la casa è veramente ampia e diciamo la verità, bisognerebbe comprarli tutti perché ognuno di essi ha i suoi pro e i suoi contro!

Ci sono varie ragioni per cui si preferisce un aspirapolvere a sacco rispetto a uno senza, o per cui si sceglie una scopa elettrica invece di un aspirapolvere a traino, ecc...

In questo articolo il nostro protagonista sarà il più moderno e “indipendente” elettrodomestico, quello che lavora da solo! Ci occuperemo infatti dei motivi per cui vale la pena acquistarlo, di come scegliere un robot aspirapolvere, dei pro e contro, ecc... insomma cercheremo di darvi tanti utili consigli!

1, Il robot aspirapolvere che pulisce casa da solo!

Esatto. Il sogno di milioni di donne è proprio questo: un robot che pulisce casa da solo mentre sono fuori a lavoro, a fare shopping o mentre prendono tranquillamente un caffè prima di mettersi a fare tutto il resto delle faccende.

Essenzialmente il primo e vero motivo per cui vale la pena acquistare un robot aspirapolvere è il risparmio di tempo. Questo non vuol dire che una casalinga si siede ed aspetta che il robot finisca il suo lavoro per passare lo straccio.

Per tempo intendiamo quello che viene impiegato a fare qualche altra cosa mentre il nostro tecnologico amico fa il suo lavoro: altre faccende, la spesa, il lavoro, andare a scuola a riprendere i figli, ecc... Chi lo usa quotidianamente ne trae un sacco di beneficio, proprio come risparmio di tempo.

Fino a qualche anno fa una soluzione del genere era un'idea solo fantascientifica e le donne ci pensavano sospirando come se stessero sognando il principe azzurro.

Poi è arrivato sul mercato il primo prototipo e questo sogno è diventato in parte realtà. Già, in parte, perché sono due i fattori che hanno frenato l'acquisto a briglia sciolta di questo elettrodomestico:

robot aspirapolvere e lavapavimenti recensioni
  • Quanto costa un aspirapolvere robot?

Ritenendolo un oggetto quasi “spaziale” questa domanda è ben lecita. Soprattutto al suo esordio il prezzo era piuttosto alto e ne esisteva un solo tipo (iRomba), ma in poco tempo il fenomeno robot aspirapolvere si è talmente diffuso che il mercato si è riempito di tanti modelli in tante varianti e prezzi.

E che varianti! I modelli più semplici di questi robot che puliscono casa da soli va dai 40€ circa per arrivare anche a quasi 1000€! Le differenze sono di solito dovute alla diversa tecnologia (e in parte anche i materiali di costruzione). Più è vera robotica e più si fa pagare.

Generalmente comunque i robot pulisci pavimento più commerciali hanno un prezzo che oscilla tra i 200 e i 450 euro. L'Ariete Briciola per esempio ha un prezzo che si aggira sui 200€ (su Amazon anche meno) mentre uno dei più famosi l'iRobot Roomba va dai 300 ai 500€ (a dire il vero ci sono quelli da quasi mille euro, come il Roomba 880).

  • Il robot aspirapolvere funziona veramente?

Altro dubbio lecito, soprattutto perché trattasi di sogno e come tale farsi illusioni è facile.

robot aspirapolvere e lavapavimenti recensioni

E poi se si spendono tanti soldi vorremmo sempre sapere se effettivamente questo moderno elettrodomestico funziona, no? Per rispondere a questo quesito però sono necessarie diverse informazioni tra cui il tipo di sporcizia da pulire, la potenza del robot, quanto è libera la stanza da pulire, ecc... A grandi linee comunque leggendo le varie opinioni, si capisce che i robot lavorano bene, se saputi usare nel modo giusto, se si scelgono i migliori e se non ci si aspetta che facciano il lavoro di un aspirapolvere tradizionale.

Perfetti per pavimenti e tappeti, non possono pulire materassi, divani, tende, ecc... (in poche parole: miracoli non ne fanno!).

2, L'aspirapolvere autonomo è facile da usare

Non serve essere ingegneri per usare nessun tipo di aspirapolvere, ma mentre i tradizionali a sacco o le scope elettriche richiedono sempre che sia un adulto a gestirli ed usarli, nel caso in cui si sia dimenticato di far partire il nostro robot, potrà occuparsene anche la nonna o nostro figlio di 10 anni. Anzi è anche divertente! Soprattutto le prime volte che viene messo in azione. Ed eccoci quindi ad un altro grande interrogativo:

  • Come funziona il robot aspirapolvere?

Come abbiamo già accennato, oggi giorno ne esistono diversi modelli che oltre ad avere varie forme, funzionano in modo differente. Comunque l'iter per il loro funzionamento è più o meno il solito, si accende e via!

Scherzi a parte, una volta azionato partirà facendo dei cerchi prima piccoli e poi più grandi, fino a che non trova un ingombro, dopodiché ricomincerà con i piccoli cerchi e via dicendo. Alcuni si muovono in modo casuale, altri in maniera “metodica”.

Il robot poi, se impostato solo per pulire una piccola superficie o comunque per un determinato numero di minuti, si fermerà e tornerà al suo posto in carica. Altrimenti continuerà fino al completo scaricamento della batteria per tornare alla sua base a ricaricarsi (e se avete impostato che riparta, lui lo farà!).

Ovvio che non è paragonabile al lavoro dell'essere umano con un tradizionale aspirapolvere a sacco, ma il suo dovere lo fa. Non avrete più l'incubo continuo della polvere e le briciole per terra della cucina, lasciate dopo colazione prima di uscire per andare a lavoro!

come scegliere un robot aspirapolvere

3, Il robot arriva nei punti dove noi troviamo difficoltà con    l'aspirapolvere tradizionale

Ecco una delle ragioni migliori per cui vale la pena comprare uno di questi apparecchi fantascientifici: avendo dimensioni piuttosto ridotte arrivano disinvoltamente nei posti dove facciamo fatica con il classico aspirapolvere a traino o con la scopa elettrica.

Il primo posto che vi viene in mente? Esatto, sotto il letto! Soprattutto nelle case moderne, che sono piuttosto ridotte in dimensioni, muoversi agilmente con l'ingombro di un tradizionale aspirapolvere risulta davvero complicato. E poi il filo che si incaglia o, in caso di modelli wireless, si hanno l'ingombro e la pesantezza della batteria.

Sapete dov'è che è davvero utilissimo e insostituibile? Nei camper o nelle roulotte, dove lo spazio per muoversi è davvero minimo, anche per tenere elettrodomestici grandi e dove la sabbia è all'ordine del giorno...

Ecco che però ci può assalire un altro lecito dubbio:

  • Si raggiungono facilmente tutti i punti della casa, con il robot?

Nonostante sia un robot e come tale sia “intelligente” (non cade dalle scale e riconosce gli ostacoli) il lavoro che riesce a fare non può essere paragonato a quello che farebbe un tradizionale elettrodomestico.

La tecnologia ha fatto sì che questi simpatici aspirapolvere arrivino un po' ovunque, ma il difetto maggiormente riconosciuto è che quasi tutti i modelli non raggiungono bene gli angoli.

robot aspirapolvere per chi ha animali

Ma le case più famose si sono preoccupate di risolvere questo problemino e hanno elaborato design più idonei per queste situazioni. La Lg per esempio ha l'Hom-Bot Square che ha una forma squadrata invece della classica rotonda come anche l'iRobot Braava 320 (che però non aspira, ma usa la microfibra per pulire e, meraviglia delle meraviglie, può anche passare il panno bagnato! Una sorta di lavapavimenti robot! Certo non è come passare lo straccio, ma qualcosa sicuramente fa...).

4, Esistono dei modelli veramente super tecnologici

Non stiamo parlando di giocattoli, ma quando comunque si spendono determinate cifre, qualcosa che ci riesca a stupire non può che essere piacevole!

La tecnologia moderna è impressionante e alcuni modelli lasciano davvero a bocca aperta. Non solo puliscono la casa da soli, ma possono essere programmati fino ai minimi dettagli e una volta impostati hanno un'autonomia impressionante (evitano ostacoli, tornano in carica da soli se hanno finito o quando sono scarichi). È possibile anche “chiedergli” di fare solo una parte di una stanza creando dei “muri virtuali”.

Nei modelli più avanzati è possibile programmare la pulizia anche di più di una stanza. Alcuni, come per esempio il nuovissimo Dyson 360 Eye che non è ancora presente sul mercato italiano sono gestibili, programmabili direttamente da un tablet! E con programmabile non intendiamo solo decidere l'orario e la durata del tempo di superficie, ma anche la superficie da fare e il controllo di quella che è stata effettivamente eseguita (il termine esatto con cui viene chiamata questa funzione è “mappatura”).

Per tecnologia si intende anche quella in cui i materiali di costruzione sono stati particolarmente studiati ed elaborati per evitare tutti i problemi che nei modelli più semplici non è possibile includere (spazzole antigraffio, ruote che salgono piccoli scalini, ecc...).

Infine, la tecnologia avanzata permette ai robot aspirapolvere di fare una pulizia “metodica” (che segue quindi un preciso schema) e che consente di pulire un appartamento di circa 100 metri quadrati. Invece i modelli che hanno una navigazione “casuale” sono perfetti per superfici più piccole, circa la metà o al massimo 60 metri quadrati.

  • Quali sono i modelli con un buon rapporto qualità prezzo?

Come in tutte le cose, spendere meno non vuol dire comprare peggio, ma non ci si può aspettare nemmeno di poter acquistare il modello più tecnologico sul mercato, a soli 100€.

Rimanendo in una fascia tra i 150 e 250 euro si trovano molti modelli che possono soddisfare le esigenze dei normali appartamenti, ma se cercate qualcosa di più sofisticato dovrete andare nella successiva fascia, tra i 250 e i 450. Si può spendere di più (anche molto di più!) come anche molto meno, ma il miglior rapporto qualità prezzo si trova in questi intervalli.

Facciamo qualche esempio? Nella prima fascia si trova l'Ariete Briciola che ha ottimi sensori anti collisione e anti ostacolo, la programmazione della partenza posticipata ed è facile da usare. Alla stessa fascia di prezzo appartiene anche il silenzioso e apprezzato iRobot Braava 320 di cui abbiamo parlato per la sua particolarità di essere scopa (non aspira) e anche mop (quindi lava).

Nella seconda fascia di prezzo cominciamo già a trovare oggetti “spaziali”. È il caso del già citato Hom-Bot Lg che ha una particolare forma quadrata, ma soprattutto sensori ad ultrasuoni, telecamere, è silenzioso, ecc... oppure il Samsung SR8950 che si ricarica velocemente, lavora con la mappatura delle stanza, ha il filtro Hepa (anti allergico), è programmabile settimanalmente ecc...

robot aspirapolvere consigli

5, I pro superano nettamente i contro

I pro nell'acquistare un robot aspirapolvere superano di gran lunga i pochi contro. Questo vale per tutti i modelli, anche quelli a prezzi inferiori perché il loro operato sarà direttamente proporzionale a quello che costano.

Non sono perfetti, nemmeno i più avanzati tecnologicamente, ma la cosa importante è conoscere bene l'elettrodomestico così da poter sfruttare le qualità del robot per pulire la casa e rimediare ai suoi difetti.

Pro

  • Pulisce da solo (può essere attivato a mano o con il timer di programmazione e va solo);

  • Fa risparmiare tempo e consumi (mentre siamo fuori od occupati lui lavora);

  • Si pulisce facilmente (questo vale per tutti i modelli!);

  • Entra nei punti difficilmente raggiungibili con gli aspirapolvere tradizionali (sotto il letto o negli spazi angusti tipo la roulotte o il camper);

  • Sono tecnologici e ci semplificano la vita (hanno sempre più funzioni che ci aiutano ad ottenere il meglio per la pulizia della casa);

  • Alcuni modelli hanno anche il mop per lavare il pavimento (quindi mentre siamo a lavoro, abbiamo chi ci spazza e ci lava il pavimento!).

Contro

  • Sono solo per i pavimenti e tappeti (non possono essere usati per tende, materassi, divani, ecc...);

  • Hanno bisogno di pochi ostacoli per poter lavorare bene (più oggetti nel mezzo ci sono e più che il lavoro del robot aspirapolvere diventa difficoltoso);

  • Hanno il serbatoio piccolo che va svuotato spesso (a seconda dello sporco che è stato raccolto, potreste aver bisogno di svuotarlo ad ogni uso! Menomale che si pulisce facilmente).

Conclusioni

Acquistare quello che per voi sarà il robot aspirapolvere migliore, vi potrà davvero semplificare la vita. Ci sono comunque delle cose che dovrete valutare prima di fare la scelta.

Prezzo a parte, dovrete considerare il lavoro che dovrà fare il robot e determinare di conseguenza il modello che vi serve. Ne volete uno che parta da solo? Lo volete per pulire una superficie piccola o tutta la casa?

Qual è il livello di sporco? Avete animali? Siete allergici? Tutte queste domande servono a trovare le risposte acquistando il prodotto che più fa al caso vostro.

A volte può essere meglio non comprare, invece che farlo pentendosi perché ci siamo accontentati di una via di mezzo rispetto a quello di cui avevamo effettivamente bisogno.

Pensateci bene e nel frattempo leggete le nostre singole recensioni che vi aiuteranno a comprare un aspirapolvere robot, come avete sempre sognato!

?

Reply

Select Language