come pulire l'argento

14 Consigli Utili Semplici e Veloci su Come Pulire l’Argento a Casa

Gli oggetti in argento devono essere puliti seguendo specifiche regole, in modo da evitare di rovinarli irrimediabilmente. 

L’argento tende ad ossidarsi, proprio perché reagisce con lo zolfo presente nell’aria ed inizia ad offuscarsi, perdendo la sua lucentezza tipica. 

Per evitare che questo accada, oggi ti spieghiamo come pulire l’argento a casa, ricorrendo a metodi naturali semplici e veloci, che assicurano un risultato ottimale. 

Non è necessario spendere tempo e denaro per pulire attentamente l’argento, ma basta conoscere dei trucchi efficaci, che possono essere sperimentati da tutti senza problemi. 

Iniziamo quindi a vedere i nostri 14 consigli su come pulire l’argento a casa. I processi che ti descriveremo sono adatti sia alla pulizia dei gioielli che dei suppellettili come posate e vasi in argento. 

Come pulire l’argento a casa

Scegli il metodo che più ti si addice in relazione al tipi di oggetti che hai in casa. Sono tutti ugualmente validi, perciò puoi tranquillamente scegliere quello che ti è più comodo. 

Attenzione però alla presenza di bambini ed animali; è sempre meglio tenerli lontani da prodotti potenzialmente nocivi, così da eliminare qualsiasi tipo di rischio. Assicurati che non siano vicini quando pulisci l’argento, così potrai lavorare con calma. 

1) Alluminio e detersivo

Se vuoi scoprire come pulire l’argento annerito in modo naturale e rapido, questo primo metodo è quello che fa per te. 

La prima cosa che dovrai fare è foderare una ciotola con della carta d’alluminio, assicurandoti di aver ricoperto tutta la superficie. Versa sopra l’alluminio dell’acqua calda – non bollente – e mescola una punta di detersivo per piatti. 

Immergi i tuoi oggetti in argento e lasciali in ammollo per almeno un minuto. Aspetta e poi estraili aiutandoti con delle pinze da cucina. 

Risciacquali con dell’acqua tiepida e poi posizionali su un foglio di carta assorbente. Attendi fino a quando non si sono asciugati naturalmente, poi passa sopra un panno morbido. 

Il risultato sarà incredibilmente lucente, esattamente come quando hai comprato l’oggetto all’inizio. 

Questo metodo per pulire l’argento a casa va bene sia per gioielli che posate, basta che riescano ad entrare nella ciotola foderata. 

Come Pulire l’Argento a Casa


2) Alluminio e bicarbonato di sodio

Il bicarbonato è un ottimo alleato per occuparsi della pulizia dell’argento. In particolare, il secondo metodo che stiamo per proporti è adatto ad oggetti dalle grandi dimensioni, che hanno accumulato anni di ossidazione. 

Inizia foderando il fondo di una teglia – in ceramica o in vetro – con della carta dall’alluminio. Scegli le dimensioni della teglia in base all’oggetto che hai intenzione di pulire; è chiaro che più grande è, più ha bisogno di spazio. 

Prosegui versando dell’acqua calda all’interno della teglia, per poi aggiungere il bicarbonato. Per ogni litro d’acqua, aggiungete mezzo cucchiaio di bicarbonato, procedendo passo passo. 

Inizierà a formarsi una leggera schiuma, ma non devi preoccuparti. Al contrario, immergi l’argento nell’acqua e lascialo in ammollo per 5 minuti. 

Tiralo fuori e posizionalo gli oggetti su un foglio di carta assorbente. Aspetta che si asciughi per vedere il risultato, anche se potrai notare fin da subito che l’appannamento è scomparso e l’argento è tornato luminoso. 

3) Acqua e farina di mais

Tra tutti i trucchi su come pulire l’argento a casa, questo terzo metodo è quello più adatto alla lucidatura. 

Se i tuoi gioielli hanno perso di lucentezza e vuoi riuscire a recuperarla, la farina di mais è l’arma di cui hai bisogno. Prepara una pasta densa di farina e acqua, combinandole fino a quando non ottieni una consistenza appiccicosa. 

Spalma la pasta sull’oggetto in metallo ed attendi fino a quando non si è asciugata completamente. A quel punto strofina la superficie con un panno per lucidare, eliminando tutti i residui. 

Il risultato finale potrebbe sorprenderti, perché qualsiasi segno nero sarà andato via per sempre. 

come pulire l'argento con il bicarbonato


4) Ketchup

Potrebbe sembrare azzardato, ma il realtà il ketchup è un buon alleato per pulire l’argento in casa. Non solo è un prodotto che abbiamo tutti in casa, ma è anche molto semplice da sfruttare. 

Tutto quello che dovrai fare è versare qualche goccia di ketchup su un fazzoletto di carta e poi usarlo per strofinare l’argento ossidato. Se l’ossidazione è di vecchia data, spalma direttamente il ketchup sulla superficie e lascialo agire per 15 minuti. 

Al termine del processo risciacqua il tutto con acqua tiepida ed un panno morbido, liberandoti dell’ossidazione.

5) Disinfettante per le mani

Il disinfettate per le mani rientra tra i prodotti per pulire l’argento, soprattutto quando si parla di gioielli. 

Il metodo di applicazione è molto simile a quello del ketchup, perché si sfrutta sempre un fazzoletto di carta. Strofina leggermente, fino ad eliminare completamente le macchie scure dell’argento ossidato, poi risciacqua con acqua tiepida. 



6) Dentifricio

Il prossimo metodo è forse uno dei più utilizzati in assoluto, e prevede la presenza del dentifricio. In particolare, quello che ti servirà è un dentifricio non abrasivo e non in gel, quanto più naturale possibile. 

Posiziona una porzione di prodotto su un panno morbido, poi strofina il dentifricio sui tuoi gioielli anneriti o sugli oggetti in argento che hanno bisogno di essere lucidati.

Lascialo agire per circa 5 / 10 minuti–in base al livello di ossidazione–e poi sciacqua con abbondante acqua tiepida. 

Sfruttando un secondo panno morbido (o panno in microfibra) continua a lucidare l’argento, approfittando del lavoro di corrosione fatto dal dentifricio. Dopo un po', lo vedrai tornare come prima, perfettamente lucido. 

per pulire l'argento


7) Soda limone e lime

Per il settimo metodo sfruttiamo il potere pulente di una bevanda, che puoi trovare facilmente al supermercato. Ci riferiamo alla soda al lime e limone, buona da bere e utile per pulire l’argento in casa. 

In una bacinella abbastanza capiente, versa la soda. Scegli le quantità in relazione al numero di oggetti; solitamente basta una sola bottiglia da 2 litri. Immergi i gioielli in argento per circa un’ora, poi tirali fuori e sciacquali con abbondante acqua tiepida. 

Riponili su un foglio di carta assorbente e lasciali asciugare all’aria, poi vedrai che l’ossidazione è scomparsa. 

Va comunque specificato che questo metodo funziona solo per oggetti poco ossidati, che non hanno bisogno di un grande processo di pulizia. 

8) Detergente per vetri

Un prodotto che quasi nessuno considera per pulire l’argento in casa è il detergente per i vetri. Utilizzarlo è semplicissimo e richiede poco tempo, oltre che poco dispendio di energie. Ecco cosa devi fare per un risultato ottimale. 

Spruzza il detergente sulla superficie in argento che hai intenzione di lucidare, poi utilizza un vecchio spazzolino per strofinare. Procedi in questo modo per qualche minuto, fino a quando non vedi le prime macchie scomparire. 

A quel punto puoi sciacquare il detersivo con un panno umido e ripulire l’argento, asciugandolo il più possibile. Se ti stai occupando di gioielli e oggetti di piccole dimensioni, questo potrebbe davvero essere il metodo migliore. 

Attenzione invece all’argenteria antica, che risulta più fragile e delicata e potrebbe danneggiarsi. 

9) Acqua e ammoniaca

Come ti abbiamo anticipato all’inizio, evita che bambini ed animali si avvicinino a questi prodotti. L’ammoniaca è abbastanza forte ed è meglio che loro non la tocchino. 

In realtà proprio questa forza la rende adatta a pulire l’argento, perché cattura l’ossidazione e riporta gioielli ed oggetti al loro splendore iniziale. Sfruttare l’ammoniaca non è minimamente difficile. 

Tutto quello che devi fare è mischiarla in una bacinella con l’acqua, rispettando la proporzione 1 parte di ammoniaca e 2 parti d’acqua. 

Immergi l’argento nella soluzione per dieci minuti, poi risciacqua il tutto e strofina leggermente con un panno in cotone per lucidare. 

10) Bicarbonato di sodio e aceto bianco

L’unione che stiamo per proporti è davvero formidabile per scoprire come pulire l’argento in casa. Bicarbonato e aceto creano una squadra potentissima, perfetta per lucidare e pulire gioielli e posate in argento.

In una bacinella, versa aceto e bicarbonato di sodio. Per assicurarti di star rispettando le giuste quantità, inizia aggiungendo una tazza di aceto per volta. Ad ogni tazza corrispondono 4 cucchiai di bicarbonato, così che i due prodotti siano equilibrati. 

Mescola leggermente e poi immergi l’argento all’interno della soluzione. Lascialo ammollo per circa un’ora, poi estrai il tutto e risciacqua con acqua tiepida. Passa sopra un panno in cotone morbido per assicurarti di aver eliminato qualsiasi residuo.  

Evita di pulire gli oggetti più antichi con questo metodo perché l’insieme potrebbe risultare troppo forte per superfici più delicate, e potresti non ottenere ciò che desideri. 

come pulire l argento annerito in modo naturale

11) Acqua e bicarbonato

Il bicarbonato è spesso usato per pulire l’argento, dato il suo potere anti-ossidante. In questo caso specifico, ti mostriamo come sfruttare il bicarbonato creando una pasta abbastanza densa. 

Il trucco per crearla è aggiungere poca acqua al bicarbonato, mescolando fino ad ottenere un composto dalla consistenza appiccicosa, quasi una colla. 

Spalma la pasta di bicarbonato sulla superficie in argento che devi pulire e lasciala agire per 2 – 3 minuti. A questo punto, strofina leggermente con un panno morbido, senza metterci troppa forza. 

Ti consigliamo di restare delicato perché altrimenti potresti rischiare di rovinare la superficie senza rendertene conto, soprattutto nel caso di oggetti abbastanza antichi. 

Dopo aver strofinato, prendi un secondo panno morbido, questa volta inumidito, e risciacqua il tutto per cancellare la presenza del bicarbonato e riportare l’argento allo stato iniziale. 

12) Acqua di cottura delle patate e aceto

L’unione di acqua di cottura delle patate e aceto costituisce un ottimo esempio di metodo naturale per pulire l’argento in casa. 

L’amido che deriva dalle patate, associato alla potenza dell’aceto, genera uno sgrassatore di prim’ordine, capace di lucidare l’argento in fretta. 

Per sfruttare questo metodo, inizia cuocendo le patate. Quando saranno cotte e lontane dalla pentola, versa all’interno una parte di aceto (circa 3 cucchiai per litro). Immergi l’argento nell’acqua quando è ancora calda, lasciandolo in ammollo per mezz’ora. 

Tira fuori gli oggetti aiutandoti con una pinza da cucina, poi posizionali su un foglio di carta assorbente. Aspetta fino a quando non saranno tutti asciutti, poi strofinali con un panno per lucidare così da aumentare l’effetto. 

13) Alluminio e sale grosso

Ritorna l’alluminio, o almeno il foglio di carta alluminio. Questa volta è combinato con il sale grosso che, come sappiamo, ha un ottimo potere sgrassante. 

Inizia prendendo una ciotola / teglia (scegli in base alle dimensioni dell’oggetto che devi lucidare) e rivestendola con l’alluminio. Assicurati che ogni angolo sia accuratamente ricoperto, così da evitare che l’acqua fuoriesca. 

Una volta completato questo primo passaggio, puoi versare l’acqua all’interno della ciotola, aggiungendo poi una bella manciata di sale grosso. Appiattiscilo sul fondo, poi immergi l’argento e lascialo in ammollo per circa un’ora. 

Passato il tempo stabilito, tiralo fuori dall’acqua e risciacqualo con acqua tiepida. Asciuga con un panno in cotone e, se fosse necessario, strofina leggermente per aumentare il livello di lucentezza.

14) Succo di limone e bicarbonato

L’ultimo metodo che ti insegna come pulire l’argento a casa prevede l’unione di bicarbonato e succo di limone.

Questi due ingredienti vengono combinati per formare una pasta abbastanza densa, che andrà poi spalmata sull’argento. Si inizia con la polvere di bicarbonato, aggiungendo piano piano delle gocce di succo di limone. All’inizio, non eccedere con il limone, ma procedi con calma per assicurarti che la soluzione non risulti troppo liquida. 

Lasciala agire sull’argento per un quarto d’ora, poi strofina leggermente aiutandoti con uno spazzolino vecchio. Quando le macchie scure dell’ossidazione inizieranno a scomparire, allora potrai fermarti e risciacquare il tutto con un panno umido in microfibra. 

Quest’ultimo metodo è consigliabile per tutte le tipologie di oggetti in argento, dai piccoli gioielli fino alle pentole antiche. Essendo completamente naturale, non lede la superficie e non causa danni. Al contrario, migliora sensibilmente la qualità dell’argento e lo riporta a quando lo hai acquistato la prima volta.  

Conclusioni

Tutti i quattordici metodi che ti abbiamo proposto per pulire l’argento a casa sono naturali e facili da riprodurre. 

E’ improbabile che tu non abbia in dispensa almeno una delle combinazioni elencate; ciò significa che potrai pulire i tuoi oggetti in argento senza dover spendere nulla, semplicemente sfruttando quello che hai già. 

I risultati sono assicurati per tutti i rimedi, nessuno ti deluderà o ti lascerà insoddisfatto. A differenza di quanto si pensa, l’argento è molto più facile del previsto da pulire, basta avere a 

disposizione i giusti consigli. 

Se seguirai i nostri e ti assicurerai di rispettare i singoli passaggi, i tuoi gioielli e le tue posate d’argento torneranno a splendere, regalandoti una soddisfazione enorme. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close