Togliere-la-Muffa-dalla-Doccia

6 Modi Facili e Naturali per Togliere la Muffa dalla Doccia

Avere la muffa in casa è uno dei problemi più fastidiosi, soprattutto quando si annida nei posti più impensabili, quelli che riterresti puliti per natura, come… la doccia!

 Purtroppo, le macchie scure di muffa possono crearsi anche sulla doccia e lavarle via non è sempre semplice. 

A volte, infatti, rimangono degli aloni; altre volte, non si fa in tempo a togliere la macchia che è già ricomparsa?

Ma come togliere la muffa dalla doccia? Per ovviare a questo problema, dobbiamo utilizzare dei prodotti per la pulizia che agiscano direttamente sulle spore di muffa, uccidendole.

A differenza di un comune detersivo, infatti, un prodotto come la candeggina, l’aceto, l’ammoniaca o gli altri prodotti che ti illustreremo, hanno effetto sulla struttura delle spore di muffa: le distruggono, e le uccidono. 

Invece di spostare le spore, allora, con i giusti prodotti possiamo eliminarle del tutto, ed è proprio di questi prodotti e metodi che vogliamo parlarti.

Passiamo allora a scoprire come togliere la muffa dalla doccia.

Perchè si crea la muffa nella doccia?

Il motivo della presenza di muffa su qualsiasi superficie è sempre l’umidità, Le spore di muffa, infatti, possono essere considerate onnipresenti nell’ambiente, ma vanno a depositarsi solo dove trovano un “habitat” ideale; la muffa predilige luoghi umidi, e nelle case, purtroppo, i luoghi più umidi sono proprio i bagni.

Ma perchè proprio nella doccia?

In alcune case, la muffa si presenta sui muri del bagno e poi anche nella doccia. In questo caso, il problema è il livello di umidità di tutta la stanza.

L’acqua calda che utilizziamo tutti i giorni per lavarci è di solito la fonte del problema.

In altre occasioni, invece, il problema è più arcano e si presenta solo nella doccia. Come mai? DI solito, in questi casi il motivo è da ricercare nella presenza di tappetini anti-scivolo o accessori simili.

L’acqua e l’umidità che rimane intrappolata negli interstizi di questi oggetti sono spesso alla causa della comparsa di muffa.

togilere la muffa

1. Candeggina

Uno dei metodi più efficace per eliminare la muffa dal box doccia è quello di utilizzare la candeggina. Si può utilizzare in vari modi:

  • diluita nel detersivo che usiamo di solito;

  • acquistando un detersivo per il bagno che contiene candeggina;

  • diluita in acqua;

  • pura: in questo caso si dovranno utilizzare molte più accortezze; in particolare, ti consigliamo di utilizzare dei guanti perchè la candeggina irrita e, in caso di contatto prolungato, ustiona la cute, e – se sei particolarmente sensibile all’odore della candeggina, anche di coprirti il naso.

Come abbiamo accennato, la candeggina non lavare solo via la muffa, ma va ad uccidere le spore.

Utilizzare questo metodo, allora, ti aiuta anche a prevenire la ricomparsa dello stesso problema e ad igienizzare la cabina della doccia.

2. Bicarbonato

Anche il bicarbonato è efficace contro la muffa anche se in modo diverso dalla candeggina.

Mentre la candeggina distrugge le spore della muffa, e quindi agisce più velocemente, il bicarbonato crea un ambiente che non favorisce la sopravvivenza delle spore, che lentamente muoiono.

Per questo il bicarbonato agisce più lentamente. Ma, allora, quando utilizzarlo?

Se stai cercando come togliere la muffa dalle fughe della doccia, per esempio, il bicarbonato è un ottimo alleato.

Avendo una composizione in polvere, puoi distribuirlo sulle fughe e lasciarlo agire fino alla scomparsa della muffa.

Il bicarbonato ha anche il vantaggio di essere inodore, e quindi tutti coloro che non tollerano l’odore della candeggina possono optare per questa alternativa.

Il bicarbonato può anche essere utilizzato con l’aggiunta di un po’ d’acqua, oppure succo di limone, e qualche goccia di tea tree oil.

In questo modo otterrai una sorta di crema da applicare sulla macchia di muffa per un effetto ancora più potente.

Leggi di più:

Quando non Usare il Bicarbonato? 15 Situazioni in Cui Andrebbe Evitato

3. Aceto

L’aceto è conosciuto per essere super-efficace contro la muffa. Utilizzare questo rimedio ha numerosi vantaggi: innanzitutto, è presente in tutte le nostre cucine e, molto probabilmente, sempre disponibile.

Non è tossico, è infatti un alimento che possiamo addirittura ingerire, quindi possiamo utilizzarlo liberamente.

Come la candeggina, oltre ad pulire la macchia è anche in grado di destrutturare e uccidere le spore di muffa.

L’unico svantaggio dell’aceto è il suo odore: se utilizzi questo metodo per eliminare la muffa dalle piastrelle della doccia, dopo dovrai fare una seconda pulizia con un detersivo profumato e areare bene il bagno per far volare via l’odore forte dell’aceto.

L’aceto per eliminare la muffa dalla doccia si utilizza in genere diluito.

Ecco perchè puoi utilizzarlo per creare uno spray antimuffa da utilizzare per togliere la muffa dal tappetino della doccia, dalle fughe tra le piastrelle spruzzandolo in maniera mirata, e dall’intero box doccia.

Utilizzare una soluzione di acqua e aceto è anche un ottimo modo per prevenire la ricomparsa della muffa senza rischiare di danneggiare i materiali delle piastrelle o della cabina della doccia.

Leggi di più:

15 Cose che Non Dovresti Mai Pulire con l’Aceto e Perché ?

4. Come eliminare la muffa dal silicone della doccia

Quando la macchia di muffa si è allargata a tal punto da attaccare anche il silicone della doccia, eliminarla diventa ancora più difficile.

 Il silicone, intanto, non è facile da raggiungere, perchè di solito si applica tra le intercapedini.

E’ anche un materiale che non si pulisce facilmente, specialmente quando si “impregna” delle macchie scure della muffa.

Come eliminare la muffa dal silicone della doccia? Il nostro obiettivo deve essere quindi quello di creare una soluzioni, più densa rispetto a un liquido, che possa restare ferma nel punto dove deve agire, e che possiamo facilmente lavare via una volta che ha fatto effetto.

Uno dei metodi più efficaci per ottenere ciò è creare una pasta di bicarbonato e limone, entrambi efficaci contro la muffa e che quindi si potenziano a vicenda.

A questo composto possiamo aggiungere alcune gocce di tea tree oil, o in alternativo, di olio di semi di pompelmo. 

Dove invece il silicone è facile da raggiungere, possiamo utilizzare anche metodi liquidi: candeggina, aceto, o un detersivo che contiene questi due ingredienti.

eliminare la muffa con il bicarbonato

5. Come togliere la muffa dalla tenda della doccia

Anche la tenda della doccia può sporcarsi di muffa. Il metodo più veloce per eliminare la muffa dalla tenda della doccia è quello di infilarla in lavatrice!Un po’ come accade per i vestiti e per i tessuti, il semplice lavaggio può essere efficace per le macchie di muffa più superficiali.

Se la tenda si è solo sporcata con la muffa, ma non si sono ancora creati veri e propri depositi, allora di sicuro un lavaggio in lavatrice con un comune detersivo sarà sufficiente per eliminare sia la macchia che l’odore di muffa.

Se invece anche la tenda è stata vittima del deposito di muffa, allora l’infestazione può essere più profonda. Puoi utilizzare, in questo caso diversi metodi:

  • versa dell’aceto sulla macchia di muffa prima di lavarla in lavatrice;

  • aggiungi dell’aceto al detersivo per la lavatrice;

  • lava a mano la tenda della doccia, facendo un ammollo in acqua e aceto;

Al posto dell’aceto, puoi utilizzare candeggina (ma solo se la tenda è completamente bianca!) oppure tea tre oil (alcune gocce dissolte in un po’ d’acqua).

Se hai utilizzato l’aceto, invece, dopo dovrai occuparti dell’odore di aceto che può essere rimasto sulla tenda.

Lascia la tenda ad asciugare fuori e, se non è sufficiente, fai un secondo lavaggio in lavatrice usando un detersivo profumato.

Se è ancora rimasto un po’ di odore – di muffa o di aceto – sappi che è il bicarbonato l’ingrediente più efficace per eliminare qualsiasi tipo di odore.

Te ne servirà un bel po’ perchè dovrai spargere la polvere su tutta la tenda, lasciare agire per almeno una notte, e poi rimuoverla. A questo punto avrai sicuramente eliminato qualsiasi cattivo odore dalla tua tenda della doccia.

6. Succo di limone

Il succo di limone serve sia per eliminare che per prevenire la comparsa della muffa. Lo puoi utilizzare per eliminare la muffa dalle piastrelle della doccia, dalle righe di silicone, e da tutto il box doccia.

Come utilizzare il limone per eliminare la muffa dalla doccia?

Ci sono diversi metodi di cui forse hai già sentito parlare: 

  • crea un spray antimuffa, diluendo il succo di limone in un po’ d’acqua

  • Crea un vero e proprio detersivo antimuffa con succo di limone, bicarbonato e tea tree oil.

Ma sai qual è uno dei metodi più efficaci per utilizzare il succo di limone per eliminare la muffa dal box doccia? Utilizzare lo stesso limone. In che senso?

Puoi tagliare il limone a spicchi e usare ogni spicchio come una spugnetta da passare direttamente sulle piastrelle, il box doccia, e tutte le superfici che desideri trattare e igienizzare.

Oltre a rimuovere la muffa il limone è un ottimo disinfettante naturale e – vantaggio ulteriore – ha anche un ottimo odore! Non a caso, infatti, tantissimi prodotti per la pulizia del bagno sono proprio a base di limone.

eliminare la muffa

Come evitare la muffa in bagno?

Nel corso dell’articolo, abbiamo già discusso di come l’umidità sia una delle principali cause della comparsa di macchie di muffa sulle superfici.

Ci sono anche altri fattori, come la temperatura mite, che favoriscono la crescita della muffa, ma di sicuro l’umidità è il principale.

Per evitare la comparsa di muffa, il consiglio più comune è quello di preoccuparsi dell’umidità, ma in bagno diventa più complicato.

Il bagno è il luogo più umido della casa, complici le docce e i bagni caldi che con i loro vapori vanno a creare l’ambiente umido ideale per la crescita della muffa.

Come fare allora per evitare la muffa in bagno? Il principio è sempre lo stesso, ma dobbiamo avere delle accortezze in più.

Ogni volta che fai la doccia o il bagno, per esempio, dovresti assicurarti di far uscire tutto il vapore, possibilmente attraverso la finestra (piuttosto che la porta). Inoltre, se ne hai la possibilità, opta per la doccia piuttosto che il bagno.

Altri metodi per evitare la comparsa di muffa in bagno, consistono nel cercare di assorbire l’umidità in eccesso con dei deumidificatori.

 Puoi acquistare uno, oppure crearne uno fatto in casa: sapevi che il sale è in grado di assorbire l’umidità? Lascia dei contenitori pieni di sale grosso in bagno per abbassare il livello di umidità della stanza.

Anche le piante assorbono l’acqua dall’ambiente. Oltre che dal terreno, le piante assorbono l’acqua che gli serve da nutrimento anche dal vapore acqueo, ecco perchè ti aiutano a combattere l’umidità in bagno, oltre che ad aggiungere un tocco di colore!

Leggi di più:

30 Trucchetti Come Pulire il Bagno Senza Detersivi che Dovreste Conoscere

Come prevenire la ricomparsa della muffa nella doccia?

Una volta eliminata la muffa dalla doccia e dal bagno, l’ultima cosa che vorresti è vederla ricomparire dopo pochi giorni.

Oltre che cercare di mantenere nel bagno dei livelli di umidità più bassi possibile, puoi usare anche un altro accorgimento. 

Ti consigliamo di usare dei detergenti antimuffa per pulire il bagno. Non parliamo di prodotti aggressivi, come la candeggina e i prodotti chimici antimuffa che trovi in vendita nei negozi specializzati, ma di ingredienti meno aggressivi, come il limone o il tea tree oil.

Prendi l’abitudine di strofinare uno spicchio di limone nei punti in cui le macchie scure di muffa compaiono più spesso, oppure aggiungere sempre qualche goccia di tea tree oil al detersivo che usi di solito per pulire il bagno.

Con questi piccoli accorgimenti, la muffa sparirà una volta per tutta dalla tua doccia e dal tuo bagno.

E se la muffa è anche sul muro?

In alcuni casi, la muffa oltre che attaccare il box doccia si manifesta anche sui muri del bagno.

I rimedi per la muffa sui muri del bagno sono simili a quelli che abbiamo visto per il box doccia.

In fondo, i prodotti che uccidono le muffe sono sempre gli stessi. I più indicati sono comunque la candeggina o l’aceto. 

Quello che devi tenere ben presente quando tratti  i muri del bagno è che essi si impegneranno del prodotto anti-muffa e quindi di umidità.

Devi assicurarti, quindi, di farli asciugare bene: lascia le finestre aperte per più giorni; evita di usare il bagno (se possibile) finché le pareti non sono completamente asciutte, e usa un deumidificatore.

Ora che conosci tutti i rimedi per togliere la muffa dalla doccia, non ti resta che dare un’occhiata a i prodotti che hai a disposizione a casa e passare subito all’attacco!?

Leggi di più:

10 Semplici Modi per Togliere la Muffa dal Muro Fai da Te

Similar Posts