pulire il marmo con l'ammoniaca

Il Modo Migliore per Pulire il Marmo con l’Ammoniaca

Vuoi pulire il marmo ma non sai come fare? Non ti preoccupare: esistono numerosi metodi per provvedere alla pulizia dei pavimenti, mobili o oggetti fatti con questo materiale pregiato. 

Per avere superfici di marmo splendenti e libere da ogni residuo di sporcizia, consigliamo l’utilizzo dell’ammoniaca. Si tratta di un prodotto noto per le sue ottime proprietà come detergente e sgrassante. 

In questo articolo, ti spieghiamo il metodo migliore per pulire il marmo con l’ammoniaca.

Perché pulire il marmo con ammoniaca

Il marmo è un materiale molto delicato. Si tratta di un minerale poroso, composto principalmente di bicarbonato di calcio. Esso può sporcarsi facilmente, ad esempio con olio o altre sostanze unte. Inoltre, sulla sua superficie possono accumularsi polvere e sporcizia.

Perciò, è fortemente consigliato pulire mobili, oggetti e pavimenti in marmo con una certa frequenza e con prodotti indicati. Tra questi, è fortemente consigliato l’uso dell’ammoniaca quando le superfici sono molto sporche.

Le proprietà dell’ammoniaca per pulire il marmo

Cosa è l’ammoniaca e perché è perfetta per pulire il marmo? Quando parliamo di ammoniaca, intendiamo un composto chimico di idrogeno e azoto. Si tratta di una sostanza che ha numerose proprietà che giovano al suo uso domestico.

Innanzitutto, l’ammoniaca è un ottimo prodotto detergente. Infatti, ha la capacità di essere solubile in acqua, può essere mischiata all’acqua corrente per creare una soluzione perfetta per rendere gli ambienti liberi dalla sporcizia. 

L’ammoniaca inoltre ha eccellenti proprietà sgrassanti. Utilizzandola in combinazione con l’acqua sulle superfici, può eliminare anche le macchie di unto più difficili senza alcun problema. 

Insomma, non è un caso che tantissime persone scelgano al giorno d’oggi di pulire il marmo con ammoniaca, invece di utilizzare altri prodotti sul commercio.

Come pulire i pavimenti di marmo

Pulire il marmo con ammoniaca: come si fa

A seconda della superficie di marmo da pulire con ammoniaca, il procedimento da utilizzare sarà leggermente diverso. 

Ad esempio, se devi pulire un mobile di marmo con ammoniaca, sarà necessario utilizzare un panno in microfibra. Al contrario, se devi pulire i pavimenti di marmo con ammoniaca, dovrai provvedere a procurarti un secchio d’acqua e un mocio oppure uno straccio.

Come pulire i mobili di marmo con ammoniaca

Di norma, il marmo è scelto dalle persone per dare un tocco elegante alle case, soprattutto in certe stanze, come il bagno e il salotto. Infatti, non è un caso che spesso le specchiere e i lavandini del bagno siano fatti di questo materiale.

Tuttavia, i mobili in marmo possono sporcarsi molto facilmente. Perciò, è necessario pulirli con regolarità ed evitare che la sporcizia si accumuli per troppo tempo. 

Per alleggerire il lavoro consigliamo di passare un panno tutti i giorni con dell’acqua tiepida. Tuttavia, di tanto in tanto, è  necessaria una pulizia più corposa, che possa rimuovere i residui di sporco ostinati. Questo è possibile grazie all’ammoniaca.

Per pulire i mobili di marmo con ammoniaca, è necessario prendere un panno di microfibra. Dopo aver preparato una soluzione con ammoniaca e acqua, si mette un po’ del composto sul panno. Infatti, sconsigliamo di versarlo sopra il mobile e poi passare il panno. In questo modo, potreste danneggiare la superficie del marmo.

[content-egg module=AmazonNoApi template=list]

A questo punto, dopo aver imbevuto il panno nell’ammoniaca mischiata all’acqua, basta passarlo delicatamente sui mobili. Potrebbero essere necessarie più passate se è molto sporco. 

Come pulire gli oggetti di marmo con ammoniaca

Per gli oggetti di marmo che non hanno una funzione di mobile, la procedura è simile a quella dei mobili in marmo. 

Gli oggetti di marmo sono più piccoli e non si usano, perché hanno di norma una funzione decorativa. Perciò, si macchiano raramente. Dovete comunque fare attenzione perché può accumularsi tanta polvere su di loro. 

Per gli oggetti in marmo riteniamo fondamentale procedere frequentemente con una pulizia delle superfici con un panno di microfibra. Tuttavia, consigliamo di effettuare il trattamento con ammoniaca solo in casi eccezionali per evitare che il materiale si rovini.

Come pulire i pavimenti di marmo con ammoniaca

Puoi facilmente provvedere a pulire pavimenti di marmo con l’ammoniaca. Infatti, questa sostanza è in grado di rimuovere tutto lo sporco che si è accumulato per terra e allo stesso tempo, con la sua azione sgrassante, eventuali macchie presenti sul pavimento.

Sei curioso di sapere come fare per pulire i pavimenti di marmo con ammoniaca? Innanzitutto, inizia a sgomberare la stanza. Togli tutti gli oggetti e i tappeti dal pavimento e sposta le sedie sul tavolo. Mentre procedi con la pulizia, dovrai anche occuparti di spostare anche il resto dei mobili momentaneamente, per consentire la pulizia degli angoli nascosti.

Se ti accorgi che c’è molta polvere in terra, è meglio se prima di tirare fuori l’ammoniaca prendi l’aspirapolvere o la scopa e inizi a togliere la sporcizia. Quando pensi di aver rimosso la polvere a sufficienza, puoi finalmente andare a prendere l’ammoniaca.

Per rendere il marmo splendente, ti consigliamo di diluire l’ammoniaca con una grande quantità d’acqua, ad esempio in un secchio. A quel punto puoi passare il mocio o lo straccio per tutto il tratto di pavimento interessato. 

Dopo averlo lavato, dovrai attendere che asciughi. Per velocizzare il procedimento, prova ad aprire la finestra. 

Pulire il marmo con ammoniaca

Pulire il marmo con ammoniaca, sapone e acqua calda

Oltre al classico mix ammoniaca e acqua, esiste un metodo alternativo per pulire il marmo macchiato. Per questo metodo, servono solamente del sapone di Marsiglia e dell’acqua calda, oltre all’ammoniaca. 

Dopo che ti sei procurato gli ingredienti, sciogli 50 grammi di sapone in 1 litro di acqua calda. Dopo lo scioglimento del sapone, devi assicurarti che l’acqua sia fredda e poi inserire l’ammoniaca nella soluzione.

Appena avrai ottenuto il miscuglio, utilizzalo sulla macchia del marmo con un panno di microfibra. Se non agisce subito, potrebbe essere necessario ripassarlo. 

Pulire il marmo molto sporco con ammoniaca e cremor tartaro

Se vuoi utilizzare l’ammoniaca in una soluzione diversa dal solito, ti consigliamo di puntare su questo abbinamento: ammoniaca, cremor tartaro, acqua ossigenata e farina. 

Il cremor tartaro è usato in cucina per fare dolci. Non tutti sanno che può anche rimuovere efficacemente le macchie da vino, caffè, succo di frutta o tè.

Per creare l’impasto, devi mettere una porzione di quantità simile dei primi tre ingredienti (ammoniaca, cremor tartaro e acqua ossigenata) e aggiungere la farina solo alla fine. Quest’ultima è necessaria per fare una pasta che possa essere applicata senza problemi sulle superfici.

Appena il composto sarà pronto, spalmalo sulla superficie del marmo che presenta le macchie ostinate. A questo punto, metti una pellicola di plastica sopra la superficie e non toccarla per 12 ore o poco più.

Dopo che avrà agito, puoi rimuovere la pellicola. Quando la soluzione sarà asciugata, devi toglierla con una spazzola e risciacquare con acqua, utilizzando un panno. Il risultato che otterrai sarà eccezionale: le macchie saranno completamente scomparse!

Pulire il marmo con ammoniaca: quale scegliere

Esistono diverse tipologie di ammoniaca sul mercato. In base alle tue priorità e ai tuoi bisogni puoi scegliere il tipo di prodotto che preferisci per pulire il marmo. 

Una scelta fondamentale che devi fare è: preferisci l’ammoniaca classica o quella profumata? Andiamo a vedere insieme quali sono le differenze.

Pulire il marmo con ammoniaca senza profumi

L’ammoniaca classica non ha profumi aggiunti. Perciò, è perfetta per te se vuoi un prodotto con ottime capacità sgrassanti ma non ti interessa il suo odore. L’ammoniaca classica è ideale per pulire tutti gli ambienti della casa.

Diluendo il prodotto con la quantità d’acqua indicata sulla confezione, potrai ottenere un risultato eccezionale in cucina, nei bagni, nei salotti o nelle camere da letto.

L’ammoniaca classica è ideale se vuoi risparmiare. Viene circa 1 euro a confezione: a volte puoi spendere ache meno di questa cifra. Inoltre, non è difficile trovare questo prodotto nei supermercati e online, nei siti dedicati.

Pulire il marmo

Come neutralizzare l’odore dell’ammoniaca

L’odore dell’ammoniaca può risultare sgradevole e infestante. Quando è presente in quantità eccessive sulle superfici, può anche causare lacrimazione degli occhi. Se scegli l’ammoniaca classica, sappi che esistono dei metodi per neutralizzare il suo odore. 

Ad esempio, c’è il metodo del bicarbonato di sodio. Mettendolo su tutte le superfici dopo l’ammoniaca e lasciandolo agire 24 ore, l’odore sarà scomparso. Altrimenti, puoi provare con l’aceto bianco. In soluzione con dell’acqua può risolvere questo problema.

Pulire i pavimenti con ammoniaca profumata con alcool 

Se non riesci a sopportare l’odore dell’ammoniaca e preferisci non dover svolgere altri lavori in casa per ridurlo, è meglio prendere direttamente l’ammoniaca profumata. Nei supermercati e online ci sono prodotti che contengono nella loro formula dei profumi aggiunti. 

Tra i tipi di ammoniaca con profumi in commercio, riteniamo efficace la Super Ammoniaca Profumata Con Alcool Brixan. L’azienda GSG che la produce è nota per la qualità dei suoi prodotti per la pulizia della casa.

La Super ammoniaca profumata con alcool presenta profumi e alcool. Perciò, oltre a pulire le stanze, le rende profumate e accoglienti. 

Questo prodotto è indicato per pavimenti in tessuto, come moquette, ma può adattarsi anche al marmo. Per saperne di più, leggete sulla confezione.

Quando pulire il marmo con ammoniaca

A volte il marmo può ingiallirsi per via di macchie ostinate o accumulare molta sporcizia. In quei casi una soluzione di ammoniaca diluita in acqua tiepida funziona molto bene. Inoltre, puoi anche usare la soluzione proposta nel paragrafo precedente se si tratta di macchie. 

Infatti, l’ammoniaca è perfetta per la pulizia a fondo del marmo. Non è un caso che i detersivi per pulire pavimenti e mobili molto sporchi spesso contengono ammoniaca.

Tuttavia, sconsigliamo di pulire il marmo con ammoniaca se non è sporco a sufficienza. Infatti, questo può andare a danneggiare la sua finitura. Si tratta di un metodo adatto a pulizie saltuarie, legate a un grande accumulo di sporcizia e di macchie ostinate.

Pulire i pavimenti in marmo con altri metodi

Quando il marmo non è molto sporco, consigliamo dei metodi alternativi. In primis, puoi utilizzare una miscela di acqua, bicarbonato, alcool e sapone di Marsiglia. Unendo 1 litro e mezzo di acqua, 1 cucchiaio di bicarbonato e 1 di sapone, insieme a 5 cucchiai di alcool, otterrai una soluzione delicata, perfetta per pulire il marmo.

Quando il mix è pronto, puoi usare uno straccio o un panno in microfibra per passarlo sulla superficie del pavimento, senza dover risciacquare. 

L’ammoniaca fa male alla salute?

Se decidi di utilizzare l’ammoniaca per pulire il marmo, fai attenzione ai potenziali rischi per la salute. Infatti, non devi assolutamente inalare o ingerire questa sostanza tossica. Se la possiedi in forma concentrata, devi anche evitare di toccarla: potresti altrimenti ustionarti. Secondo una ricerca, un’esposizione prolungata all’ammoniaca potrebbe anche causare danni al cervello e alla cornea oculare.

Per evitare che l’ammoniaca danneggi la tua salute, devi prendere dei doverosi accorgimenti. Innanzitutto, non stare mai troppo vicino a questa sostanza con il viso. Porta dei guanti quando la usi e evita di toccare gli occhi. 

L’ammoniaca è una sostanza inquinante?

Anche se è un ottimo metodo per pulire il marmo e in generale le superfici della casa, devi sapere che questa sostanza non giova all’ambiente. Infatti, la sua tossicità rende il suo utilizzo pericoloso per gli effetti negativi che produce non solo sulla salute delle persone, ma anche su quella del nostro pianeta. 

Il rilascio dell’ammoniaca in mare inquina e può portare la morte degli organismi che ci abitano. Inoltre, in reazione con le polveri sottili, può anche causare l’inquinamento atmosferico.

Come smaltire correttamente l’ammoniaca dopo l’uso?

Se opti per l’ammoniaca per la pulizia del marmo, fai molta attenzione al suo corretto smaltimento.

Devi cercare di utilizzare l’ammoniaca fino alla fine della confezione, per evitare danni all’ambiente. Tuttavia, se ciò non ti è possibile, puoi smaltirla diluendola nell’acqua del rubinetto.

Prima di farlo, assicurati di non avere un sistema settico. Infatti, con i sistemi settici, l’ammoniaca finirebbe nelle acque sotterranee e potrebbe inquinare l’acqua che esce dal rubinetto o che si trova nel pozzo.

Se sai per certo di non avere un sistema settico, allora puoi  far scorrere l’acqua del rubinetto e allo stesso tempo versare piccole dosi di ammoniaca.

Stando attendo a non inalarla, potrai smaltire l’ammoniaca rimanente nella confezione. In seguito, ricordati di risciacquare il lavandino per eliminare eventuali residui di ammoniaca. Inoltre, butta la confezione insieme ai tuoi rifiuti domestici, secondo quanto indicato nell’etichetta.

Similar Posts