trucchi per pulizia casa

15 Errori che si Commettono Durante le Pulizie, Rendendo la Casa più Sporca

I vecchi consigli della nonna valgono ancora? In questo articolo vedremo quali sono gli errori che si commettono più frequentemente durante le faccende domestiche e trucchi per pulizia casa.

Errore 1: Pulire tutte le superfici con un solo panno

Utilizzare lo stesso straccio in modo indiscriminato fa sì che i germi vengano trasportati da una parte all’altra della casa. Si potrebbe pensare che l’uso di detergenti possa servire a limitare questo fenomeno ma purtroppo non è così: lo sporco si aggrappa ai tessuti del panno e si deposita su altri piani.

 Un solo straccio per bagno e cucina? Assolutamente fuori discussione. Per agire nel modo più corretto, potreste utilizzare dei panni monouso o dei fogli di carta assorbente; oppure diversificare i panni anche in base alle superfici: ad esempio, per la polvere e per il vetro la microfibra è molto adatta, mentre per l’acciaio è meglio la pelle di daino sintetica. Un altro aspetto positivo della microfibra è che si può lavare e sanificare in lavatrice ad alte temperature.

Errore 2: Spolverare con il Piumino

Così soffice e dal sapore retrò, il caro vecchio piumino è stato rilanciato da diverse brand, con la promessa di un aggiornamento strutturale per intrappolare lo sporco. E invece la polvere, con i suoi minuscoli granelli, non viene catturata ma solo spostata da una parte all’altra, o può cadere dalla mensola al pavimento.

Per spolverare correttamente è meglio utilizzare i panni in microfibra, delicati e capaci di intrappolare lo sporco, oppure degli appositi panni monouso (può funzionare bene anche la carta assorbente). E se preferite utilizzare anche qualche detergente, controllate che sia adatto al tipo di materiale che state per pulire. 

Errore 3: Trascurare la Pulizia dell’Aspirapolvere

casa-pulita-e-ordinata-in-poco-tempo-scaled.

Una pulizia profonda della casa comincia dagli strumenti: usereste un panno molto impolverato o unto di grasso per spolverare la libreria? Lo stesso discorso vale per l’aspirapolvere, che viene spesso trascurato.

Ricordate di cambiare il filtro, di tanto in tanto, o di lavarlo quando è possibile, e vedrete che ne gioverà anche la forza aspirante dell’apparecchio.Inoltre, un filtro sporco non riesce a trattenere le polveri e, di conseguenza, le immette nuovamente nell’aria, facendo risultare le pulizie praticamente inutili, oltre a creare un Bisognerebbe cambiare spesso il sacco o svuotare il serbatoio, oltre a pulire eventuali spazzole e tubi con un panno. 

Errore 4: Infilare qualsiasi cosa nella lavastoviglie

Che la lavastoviglie sia un elettrodomestico fantastico e talvolta salvifico è fuori dubbio, ma dovremmo evitare di utilizzarlo per qualsiasi cosa.Questa accortezza non aiuta solo a preservare l’integrità di quel servizio di bicchieri in cristallo, o le lame dei coltelli di qualità, ma anche a igienizzare correttamente alcuni utensili.

Ad esempio, quelli in legno, come cucchiai e taglieri: l’acqua penetra in profondità, fino a farli gonfiare e, talvolta, romperli. Meglio una buona lavata fatta mano.

Andrebbero lavati a mano anche quegli oggetti che presentano piccoli fori, scanalature o altro design che non permette al getto d’acqua della lavastoviglie una rimozione accurata del cibo.

Un esempio potrebbe essere lo schiaccia patate: pensate che eventuali resti di cibo potrebbero ammuffire ed entrare in contatto con altri alimenti, appena l’utensile viene utilizzato nuovamente.

Errore 5: Riporre lo Scopino del WC Subito dopo Averlo Usato

casa pulita

Sì, avete letto bene: dopo aver utilizzato la spazzola per la pulizia del pc bisogna aspettare che si asciughi, prima di Rapallo nel porta scopino.

Ma perché seguire questa accortezza?È molto semplice: i germi restano intrappolati nelle setole e, poiché la spazzola non si asciugherà, tenderanno a moltiplicarsi con l’umidità.

Di conseguenza, all’utilizzo successivo li distribuiremo all’interno del wc.La soluzione è quindi aspettare che si asciughi, magari dopo aver spruzzato qualche detergente disinfettante, prima di riporlo nell’apposito vano. 

Errore 6: Non Pulire il lavandino

Capita (più o meno consapevolmente) di non pulire il lavandino o di non farlo in modo accurato. Questa negligence merit un grande “no”, poiché l’acquaio affronta quotidianamente il peggio, fino a rischiare la proliferazione di batteri come l’Escherichia Coli, se non si corre ai ripari con una corretta igiene.

Vediamo bene come fare bene le pulizie di casa: gli esperti consigliano di pulire il lavandino quotidianamente, basta anche usare del semplice bicarbonato di sodio, e magari una spugna imbevuta di acqua ossigenata, quindi sciacquare e asciugare accuratamente. Oltre a dover eliminare ogni residuo di cibo è anche bene far sì che l’ambiente non resti umido.

Errore 7: Iniziare le Pulizie dal Basso, Ovvero dal Pavimento

Sapete come organizzare le pulizie di casa, così da seguire l’ordine più corretto?

Diverse persone come prima cosa imbracciano l’aspirapolvere, iniziando così dal pavimento fino a proseguire con il resto delle superfici. Sbagliato! Bisogna cominciare dall’alto verso il basso: dai lampadari, oppure finestre o le parti più alte dei mobili. Potrete poi proseguire con tavoli, mobili bassi (ad esempio i comodini o quelli per la tv), sedie, fino ad arrivare ai pavimenti. 

Errore 8: Erogare I Detersivi Direttamente sulle Superfici da Pulire

La tentazione di spruzzare i detergenti direttamente sulla superficie è molto forte: dà la sensazione di una pulizia più accurata e anche il profumo, sul momento, sembra farsi sentire con maggiore forza.

Questa procedura, in realtà, rende le pulizie più difficili: vi è mai capitato di non riuscire a togliere tutti gli aloni dallo specchio del bagno o dal vetro della finestra? Probabilmente, sono tanto ostinati perché avete erogato il prodotto direttamente sulla superficie.Inoltre, in alcuni casi, i detersivi macchiano i materiali, meglio leggere attentamente le istruzioni. L’ideale, sarebbe spruzzare il prodotto su uno straccio e poi proseguire con la pulizia. 

come-tenere-casa-pulita-scaled

Errore 9: Trascurare la Pulizia della Lavatrice

Muffe, acari e calcare si annidano anche nel vano dei detersivi e nello sportello, e non solo nel cestello come spesso si crede. Mantenere l’elettrodomestico pulito è quindi necessario, per far sì che il bucato sia sanificato e potrete farlo usando aceto e bicarbonato. Fortunatamente, non siamo qui solo per bacchettare ma anche per consigliarvi trucchi per la pulizia di casa.

Aggiungete quindi una miscela di acqua e bicarbonato negli scomparti del detersivo, mentre nel cestello andrete a versare dell’aceto di vino bianco. Fate partire quindi il programma con un’alta temperatura e con il lavaggio più lungo, se è possibile mettete in pausa per un’oretta, così che l’aceto possa agire.

Al termine del programma, asciugate accuratamente il cestello e qualsiasi altra parte della lavatrice, così da evitare la formazione di muffe. Non trascurate neanche la pulizia (e l’asciugatura) di altri componenti, come la guarnizione o l’oblò.

Errore 10: Lavare il Tagliere con il Classico Detersivo per i Piatti

Come abbiamo accennato in un altro punto, il tagliere il legno non può essere lavato in lavastoviglie. Ma allora, se non è possibile utilizzare neanche il detersivo per le stoviglie, come fare per pulire questo utensile?

Domanda lecita, poiché nelle sue scanalature si annida del cibo.Bene, tutto quello che dovrete fare è riempire la vaschetta con dell’acqua e del perossido di idrogeno, quindi immergere il tagliere e strofinare con una spugnetta. Sciacquate e asciugate accuratamente con un panno pulito. 

Errore 11: Pulire i Vetri quando c’è Molto Sole

Una bella giornata soleggiata e calda potrebbe sembrare perfetta per la pulizia dei vetri delle finestre, così da eliminare quelle brutte strisce e iniziamo a pianificare come pulire la casa, lungo il giorno.

Purtroppo, si cade spesso in questo tranello e il risultato sfiancante non è neanche tanto soddisfacente.Il punto è che il sole riscalda i vetri e il detergente utilizzato si asciuga troppo velocemente per essere rimosso accuratamente ,e il risultato è una finestra con aloni. Meglio una giornata uggiosa e con una temperatura intorno ai 21 gradi massimi. 

Errore 12: Rifare il Letto Troppo Velocemente può Portare Germi

Molte persone sono cresciute con la regola che il letto va rifatto praticamente appena ci si alza. Questa pratica fa sì che la camera sembri decisamente in ordine ma aiuta anche a sviluppare germi all’interno delle nostre lenzuola.

Quello che succede è che quando ci alziamo al mattino, lasciamo all’interno del nostro letto un ambiente caldo e umido. Le lenzuola alla rinfusa o magari lasciate arieggiare, fanno sì che l’ambiente possa asciugarsi, rendendo la vita difficile agli acari che non avrebbero di cosa nutrirsi e morirebbero.In conclusione sì, potete anche rifare il letto al ritorno dal lavoro, poco prima di andare a dormire di nuovo.

Errore 13: Non Abbassare la Tavoletta del WC Quando si Tira lo Scarico

È bene premere il pulsante dello scarico solo dopo aver abbassato la tavoletta, così da evitare nell’aria e sulle superfici la diffusione di batteri o, nella peggiore delle ipotesi, di brutti virus (pensate ai periodi in cui circola l’influenza!). 

Secondo una ricerca, quando lo scarico viene tirato senza abbassare il copriwater i batteri possono raggiungere oltre 25 cm di distanza rispetto la tazza e sopravvivere per 90 minuti. 

Basta una semplice accortezza, per evitare di contaminare la tavoletta, il pavimento ed eventuali altri sanitari nei pressi del wc. 

Errore 14: Miscelare i Detergenti per la Pulizia 

Creare un mix di detersivi può essere pericoloso, perché il risultato potrebbe essere tossico.Ad esempio, la combinazione di candeggina e ammoniaca genera un gas nocivo, che può portare alla difficoltà respiratoria.

La candeggina, inoltre, è spesso presente anche in altri prodotti, magari in quantità minori, talvolta sotto il nome di ipoclorito di sodio. 

Evitate di mescolare anche aceto e perossido di idrogeno, poiché anche in questo caso si ottiene un risultato corrosivo e malsano.Un altro suggerimento: evitate di creare mix di aceto e bicarbonato, poiché singolarmente danno soddisfazioni ma combinati si annullano a vicenda e, di fatto, otterreste una lozione inutile alla pulizia. 

Errore 15: Usare il Detersivo per i Piatto per Qualsiasi Tipo di Pulizia

Il detersivo per i piatti è uno sgrassatore soddisfacente, ma non sempre può esserci d’aiuto.La sua più grande pecca è la produzione di molta schiuma, sciacquaere le superfici diventa faticoso e fa sì che l’operazione ci porti via il doppio del tempo.

Aggiungere un goccio di detersivo per piatti quando si lavano i pavimenti può essere utile, a patto che però sia davvero un goccio, perché aiuterà a sgrassarli, soprattutto quelli intorno la cucina, ma se si esagera la superficie diventa scivolosa e ricca di aloni.7Inoltre, non è adatto a superfici in legno. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close