come pulire il frigorifero nuovo

Ecco Come Pulire il Frigorifero Perfettamente. 15 Consigli per Riaverlo Come Nuovo

Molte persone ritengono che la pulizia del frigorifero faccia parte delle cosiddette “pulizie di primavera”, ovvero tutte quelle che rimandiamo a poche volte l’anno. In realtà, com’è facile immaginare, tale pratica dovrebbe essere molto più frequente e in questo articolo vedremo come pulire il frigorifero perfettamente nel modo più semplice e veloce.

Un frigorifero sporco, e che magari ospita cibo andato a male e contenitori unti, è una delle scene tristi a cui si può assistere in cucina. Senza contare che spesso è lo stesso elettrodomestico a richiamare l’attenzione, emanando un odore a dir poco sgradevole.

Avere un frigo pulito e ordinato non è solo una questione igienica ma ci aiuta anche a sprecare meno cibo, a fare mente locale su cosa acquistare una volta usciti a fare la spesa e, perché no, anche a creare un menù settimanale e avere una migliore organizzazione della casa.

Pensiamo anche a quei giorni di festa in cui immancabilmente ci sono dei contenitori con avanzi di cibo da riporre correttamente nel frigo, ad esempio le belle domeniche in cui tutta la famiglia si riunisce a mangiare insieme, oppure Natale o Pasqua. Con uno spazio pulito e ben organizzato non c’è bisogno di essere dei bravi giocatori di tetris per riuscire nell’impresa!

Vi sveliamo quindi i nostri 15 consigli per pulire il frigorifero in modo naturale e non. Cominciamo!

Parte prima: come pulire il frigorifero nuovo

1, L’acquisto di un nuovo frigorifero è spesso accompagnato da buoni propositi e speranze, un po’ come avviene anche per il forno.

“Sarò accorto”, “lo pulirò spesso”, “baderò a una corretta organizzazione degli  spazi” ma bisogna prima di tutto pulire l’elettrodomestico appena arrivato, così da eliminare quell’odore viziato e di plastica, tipico dei prodotti nuovi.

L’operazione è estremamente semplice: bisogna prelevare cassetti, ripiani, mensoline dello sportello e tutte le parti estraibili, e lavarle sotto acqua corrente: un sapone per stoviglie e un buon risciacquo  possono andare bene.

 Per l’interno potrete acquistare prodotti dedicati e pulire il frigo nuovo seguendo le istruzioni riportate sulla confezione, oppure utilizzare prodotti naturali.

 Nel caso scegliate la seconda opzione vi basterà imbevere un panno in acqua tiepida e aceto bianco, oppure bicarbonato di sodio. Terminata la pulizia risciacquate, asciugate  con un panno e lasciate aperto lo sportello per qualche ora, prima  di collegare la presa elettrica, così da eliminare totalmente i  cattivi odori di fabbrica. Una volta attivato il frigorifero, ricordatevi di posizionare gli alimenti correttamente...


Le Nostre Scelte Migliori

#1

4.5/5

Frigorifero Compatto 93L, da Tavolo, Silenzioso color Argento con Compressore, Luce Interna e Termostato Regolabile

pulire il frigorifero

#2

4.5/5

Mini Frigo Stanza Frigo Hotel Frigo Ufficio 

come pulire il frigorifero dentro

#3

4.5/5

PremierTech Congelatore Verticale Freezer 153 litri

come pulire il frigo nuovo

Parte seconda per pulire il frigorifero: fare prevenzione

2. Mettere in frigo cose non sporche

Sembrerà banale ma spesso introduciamo nel nostro frigorifero contenitori sporchi, soluzioni poco stabili e cartoni del latte aperti male e si finisce col ritrovarsi con dei trabocchi. Con un po’ di attenzione possiamo scorgere lo sporco ed eliminarlo.

Dopo aver fatto colazione controlliamo con calma il barattolo di marmellata, oppure la bottiglia di ketchup dopo cena, ed eliminiamo eventualmente le fuoriuscite.

Sì, sappiamo che sparecchiare la tavola è un'operazione noiosa da fare nel minor tempo possibile ma la pre-pulizia è il modo migliore per evitare di avere gli scaffali del frigorifero unti e macchiati.

3. Disporre il cibo in base alla scadenza

Ecco un altro suggerimento per avere un frigo pulito e che non emana cattivi odori: guardare la data di scadenza o la natura stessa del prodotto.

Sappiamo bene che alcuni alimenti tendono a deteriorarsi facilmente creando un disastro: verdure che marciscono, carne andata a male, latte scaduto da un po’...

l’ideale sarebbe tenere questi alimenti in primo piano, a vista, così potrete consumarli in tempo (evitando sprechi) oppure buttarli il prima possibile, senza scoprire l’orrore una settimana dopo. In questo modo, aprire il cassetto con frutta e verdura non sarà più un incubo.  

4. Mettere la data sui prodotti

A questo punto, dovrebbe essere abbastanza ovvio che per pulire il frigorifero all'interno bisogna agire prima che le cose vi arrivino, così da predisporlo anche a una pulizia più veloce. Il vero dramma è dovuto sempre dal cibo avariato, con il suo cattivo odore, le sue perdite.

 Se per le cose confezionate possiamo affidarci all’etichetta del produttore, per i nostri avanzi dovremmo pensarci da soli a datare. Ricordiamoci quindi di scrivere la data su tutto, magari posizioniamo un pennarello sul frigorifero ed etichette a portata di mano, così possiamo segnare il giorno in cui quell’alimento entra nel frigo e non tenere in ostaggio quella fetta di pizza per un’intera settimana o più...

come pulire frigorifero con aceto

5. Usare bene il bicarbonato di sodio...

Molto probabilmente, siete già a conoscenza del trucchetto di sistemare un bicchiere con bicarbonato in un angolo di frigo per assorbire i cattivi odori, ma sapete come fare per accelerare il processo e incrementarlo? Bene, prendete un piattino, stendete il bicarbonato al suo interno e ponetelo al centro del frigorifero, fin quando il cattivo odore non scompare.

6.  Avete mai provato il caffè?

Non sapete come pulire il frigorifero che puzza, o quanto meno come eliminare quel cattivo odore che neanche il bicarbonato ha mandato via? Provate ad aggiungere dei fondi di caffè freschi al vostro piattino con il bicarbonato di sodio e aspettate che la magia si avveri.

Per un po’ sentirete il profumo del caffè ma andrà via anche quello, proprio come quel disgustoso odore che sta torturando voi e il vostro elettrodomestico.

7. Pulire la guarnizione

È importante mantenere pulita anche la guarnizione del frigo, operazione che andrebbe fatta almeno ogni due mesi. Sembra un procedimento molto lungo, in realtà con un po’ di organizzazione si riesce a fare in poco tempo.

Potete procedere bagnando un panno con acqua calda e aceto bianco, strofinate quindi per eliminare sporco e anche tracce di muffa… talmente veloce che volendo si potrebbe fare anche ogni due settimane, così da evitare una pulizia più lunga e noiosa.

Altrimenti, potreste procedere usando uno spazzolino imbevuto in una soluzione di acqua e dentifricio, sciacquate poi bene e asciugate accuratamente.

8. Staccate la spina!

Purtroppo non è un consiglio metaforico, però dopo aver letto questo articolo, e scoperto come pulire il frigorifero con prodotti naturali, potreste aver bisogno di una pausa prima di mettervi al lavoro.

Se state pensando di fare una pulizia approfondita del frigorifero, ricordate di spegnerlo: risparmierete sul consumo di energia perché, parola nostra, dovrete lasciare lo sportello aperto per molto tempo...

9. Buttare le cose scadute

Lo sappiamo questa è la fase più difficile, a volte si tratta di una questione quasi emotiva: buttare il cibo. Ma bisogno essere onesti con se stessi, controllare le date, valutare con sincerità cosa mangerete davvero nel brevissimo periodo, cosa è ancora buono, cosa è ormai quasi recuperabile, buttando tutto il resto.

Fate questa operazione dall’alto verso il basso, cominciando dal congelatore, e ricordate di non lasciare lo sportello aperto tra una valutazione e l’altra!

come pulire frigorifero con aceto

10. Sbrinare frigorifero e freezer

Da quanto tempo non sbrinate il vostro freezer? Forse potreste trovare una confezione di piselli quasi finita con scadenza 2012, oppure quella porzione di parmigiana congelata in chissà quale occasione (e in quale era, soprattutto!).

Forza e coraggio,togliete la presa della corrente, svuotate freezer e frigo e sistemate degli stracci per terra, per raccogliere l’immancabile caduta di acqua. Dedicatevi poi alla rimozione di ghiaccio e brina, preferibilmente usando una spatola in plastica (solitamente viene data in dotazione con il frigorifero, avete idea di dove sia stata riposta?).

Ricordate di non usare lame o altri utensili in acciaio.Quindi proseguite, vi abbiamo già detto come pulire il frigorifero dentro e nel resto dell’articolo vi sveleremo altri trucchetti. Ricordate di asciugare bene le celle e di riporre il cibo nel congelatore quando raggiungere di nuovo la temperatura di -18°C.

11. Mantenete al freddo il cibo!

Ecco, questa parte non è da trascurare.

Dopo aver visto come pulire il freezer e il frigorifero ricordate di mantenere i prodotti in fresco, soprattutto i surgelati. Se avete un congelatore supplementare il gioco è fatto, altrimenti riempite delle ciotole di ghiaccio e riponete lì gli alimenti, così non rischiate che vadano a male creando un cortocircuito di cibo da consumare o da buttare…

Un’altra alternativa è usare delle borse frigo, magari con delle mattonelle refrigeranti.

12. Pulire la ghiacciaia

Ora che la vostra ghiacciaia è vuota, nuda, senza ghiaccio né brina è finalmente arrivato il momento di lavarla! Non occorre usare prodotti chimici aggressivi, potrebbero rimanerne delle tracce che entrerebbero in contatto con il cibo, meglio passare al classico bicarbonato di sodio, il vero prodotto fuoriclasse quando si parla di pulizia di frigo e congelatore.

Mescolate quindi due cucchiai di bicarbonato di sodio in un litro di acqua calda, imbevete uno straccio pulito e pulite l’interno del freezer con questa magica miscela, che a breve diventerà il vostro cavallo di battaglia.

Asciugate tutto accuratamente con un panno pulito o con uno scottex. Raggiunta la giusta temperatura, arriva il vero momento cruciale: riponete gli alimenti al loro posto, ricordando di fare lo scarto degli alimenti andati a male o di valutare bene quelli ambigui…

13. Alternativa al bicarbonato per pulire l’interno del freezer e del frigorifero

Avete usato tutto il bicarbonato di sodio per assorbire gli odori?

Vi abbiamo già detto come pulire frigorifero con aceto, vediamo allora un’alternativa per come pulire il frigo in modo naturale.

Potete usare sale, acqua e limone per una soluzione detergente altrettanto sicura (e facile). Sciogliete un'intera tazza di sale in un litro di acqua calda, aggiungete una spruzzata di succo di limone et voilà, siete già pronti per iniziare a pulire.

14. Pulire l’esterno dell’elettrodomestico

Pensavate che con l’interno del frigo fosse finita la pulizia? Ma no, no, quella era solo la punta dell’iceberg!

Per la massima pulizia di questo elettrodomestico non dovete trascurare neanche la parte esterna. Anche in questo caso, vi consigliamo di stare alla larga dai detergenti chimici e pulire il frigorifero con l’aceto bianco e l’acqua calda.

Prendete uno straccio pulito, quindi dopo averlo imbevuto strofinate sulla porta e sui lati. Questa soluzione naturale vale anche per la pulizia dei frigoriferi in acciaio inox, ma per andare sul sicuro fate una prova su un piccolo angolo nascosto.

come pulire il frigorifero dentro

15. Vogliamo forse tralasciare il vassoio di gocciolamento e la serpentina posteriore?

Non tutti i frigoriferi hanno il vassoio di gocciolamento, potreste consultare il manuale d’istruzione per vedere dove si trova e se effettivamente si può estrarre.

È preferibile indossare un paio di guanti, perché potreste trovare muffa e acqua sporca. Togliete lo zoccolo del frigorifero, quindi la griglia anteriore e a questo punto dovreste vedere il vassoio di gocciolamento (meglio tenere una torcia a portata di mano, è abbastanza buio lì sotto).

Estraete questo piano con cautela, potrebbe esserci molta acqua. Svuotatelo e passate alla pulizia con una soluzione creata con due parti di acqua e una di candeggina.

Sì, questa volta metteremo da parte le soluzioni naturali e useremo i prodotti chimici, sia perché è il miglior modo per togliere la muffa sia perché questo componente non va a contatto con gli alimenti. Sciacquate bene e asciugate accuratamente, l’ideale sarebbe attendere qualche ora prima di sistemare di nuovo il vassoio nel suo vano e montare la grata.

E adesso vediamo alle spire della serpentina posteriore, che andrebbero pulite ogni 3 mesi, semplicemente spolverandole. Questa accortezza -che, diciamolo, non ha quasi nessuno- vi consentirà di risparmiare sulla bolletta perché un accumulo di polvere si traduce in un sovraccarico di lavoro per l’elettrodomestico.

 Siete pigri? No problem.

Se proprio non ce la fate a curare quotidianamente il vostro frigorifero, se anche ora che sapete come eliminare quel cattivo odore con semplici gesti non avete voglia di impegnarvi, allora potete barare.

Come? Acquistando delle pellicole trasparenti da applicare ai ripiani del frigo e quando le cose si mettono davvero male, quando vi sembra che quello sporco non verrà via facilmente allora non dovete fare altro che sostituire il foglio.

Semplice!

Bene, adesso che sapete come pulire un frigorifero nuovo o con muffa, oppure come eliminare i cattivi odori, siete pronti per fare questa pulizia accurata, magari in vista di qualche cena importante in cui avrete ospiti che rovisteranno tra i ripiani del vostro elettrodomestico?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close