Come Pulire le Fughe della Doccia

10 Sorprendenti Sistemi per Scoprire Come Pulire le Fughe della Doccia

Il bagno è uno dei punti più importanti della casa, che necessita cura ed attenzione continua, in modo da mantenere un perfetto livello di igiene e pulizia. 

Se siete stati colpiti dalle antiestetiche macchie nere tra le mattonelle, è probabile che siate qui per scoprire come pulire le fughe della doccia.

Ci riferiamo allo strato intermedio che separa la mattonelle, che con il tempo attira sporcizia e polvere, fino a scurirsi quasi del tutto. Così, le vostre lucide piastrelle bianche ingialliscono ed il bagno perde di personalità. 

Riuscire a liberarsi di questo problema non è impossibile. Al contrario, esistono tantissimi sistemi per prevenirne la formazione e per eliminare definitivamente lo sporco e la polvere. 

Insieme scopriremo 10 sistemi che ci insegneranno come pulire le fughe della doccia una volta per tutte. Potrete scegliere quello che vi risulta più semplice, ragionando sulle diverse possibilità.

Iniziamo subito!

Come Prevenire la Formazione della Muffa 

Prima di elencarvi i veri e propri rimedi, è importante precisare che la formazione della muffa nelle fughe delle mattonelle è prevenibile, semplicemente apportando qualche cambiamento nella propria routine di pulizia.

I segni neri che vedete tra le piastrelle non sempre sono muffa, ma possono diventarlo con il tempo e se ignorati nel lungo periodo, perciò è meglio occuparsene prima possibile. 

come-pulire-le-fughe-della-doccia-dalla-muffa

In ogni caso, un consiglio utile per prevenire la muffa è preparare una soluzione di acqua e candeggina (stessa quantità per entrambe) ed inserirla all’interno di uno spruzzino, così che sia facile da dosare. Ogni settimana spruzzate una piccola quantità di prodotto sulle fughe, aspettate qualche minuto e poi strofinate con uno straccio.

Concludete sciacquando il tutto ed asciugando la superficie con un panno pulito, così da eliminare i residui di acqua.

Ricordatevi poi di pulire il bagno e la doccia con un anti-calcare ogni sera, oppure ogni due giorni. In questo modo eviterete la formazioni di accumuli di sporco e la probabilità che la muffa si formi diventerà minima. 

Rimedi Naturali

Per semplicità, abbiamo suddiviso i metodi di pulizia in due categorie, dandovi la possibilità di scegliere tra metodi naturali e metodi alternativi più comunemente disponibili sul mercato. 

La scelta su come pulire le fughe della doccia resta strettamente personale, e varia a seconda delle vostre abitudine e della disponibilità di prodotti che avete in casa. 

Scopriamo i principali rimedi naturali, che richiedono poco tempo ma grande costanza. L’effetto raggiunto attraverso questi primi sei metodi è molto simili, quindi potete sceglierne uno indifferentemente. 

1) Bicarbonato di Sodio

La prima arma a vostra disposizione per pulire le piastrelle della doccia è il bicarbonato di sodio. Questo prodotto è molto conosciuto per le sue proprietà sgrassanti, e risulta ideale per chi vuole sbiancare le piastrelle e pulire a fondo le fughe. 

Prendete una bacinella e riempitela con dell’acqua calda, aggiungendo poi mezzo bicchiere di bicarbonato. Mescolate fino a quando il bicarbonato sarà completamente sciolto e poi immergente all’interno una spugna morbida. 

Passate la spugna impregnata della soluzione sulle fughe delle doccia e ricordatevi di abbondare con le quantità. Lasciate agire per circa 15 minuti, affinché il potere sbiancante e sgrassante del bicarbonato faccia il suo corso. 

A questo punto potete risciacquare, usando sempre la stessa spugna morbida, e vedrete che qualsiasi sporco sarà andato via completamente. 

come-pulire-le-fughe-della-doccia

2) Fecola di Patate

Il secondo metodo che vi proponiamo utilizza la fecola di patate, ancora più forte del bicarbonato nella distruzione della muffa e della polvere. 

Partite sempre da una bacinella – non troppo grande – piena di acqua calda. Versate all’interno mezzo bicchiere di acqua ossigenata e due/tre cucchiai di fecola di patate. Mescolate fino a quando non si forma una crema densa e quasi appiccicosa. 

Stendetela sulle fughe, pressando bene con una spugnetta affinché arrivi bene in fondo. Strofinate con forza più volte, poi lasciate agire per circa un ora. 

A questo punto potrete risciacquare, utilizzando acqua calda mischiata ad un goccio d’aceto. L’aceto vi servirà per eliminare la scivolosità della crema e rendere le mattonelle ancora più lucide. 

In generale, vi consigliamo di scegliere questa opzione per pulire fughe della doccia molto sporche, che hanno bisogno di un trattamento più aggressivo. 

3) Acqua e Candeggina

La candeggina è la vostra terza opzione, e risulta molto efficacie su tutti i tipi di mattonelle. 

Andrà diluita con dell’acqua, seguendo le seguenti proporzioni: due parti d’acqua ed una parte di candeggina. 

Preparate la miscela e versatela all’interno di un vecchio flacone di detersivo, possibilmente dotato di spruzzino. Distribuite bene l’acqua e la candeggina sulle fughe e poi strofinate aiutandovi con un panno morbido.

Risciacquate dopo poco utilizzando l’acqua tiepida ed asciugate il tutto con un asciugamano pulito. 

L’effetto sarà inizialmente più opaco, da dopo qualche minuti la brillantezza delle piastrelle tornerà esattamente come prima. 

4) Acqua e Aceto

Continuiamo con il quarto metodo, che prevede l’utilizzo dell’aceto. La sua azione acida permette di sciogliere lo sporco ed eliminare la muffa, facendo tornare le piastrelle al loro aspetto iniziale. 

Per pulire le fughe della doccia con l’aceto iniziate preparando la miscela con l’acqua, unendo i due componenti in parti uguali.

Fate attenzione affinché l’acqua risulti ben calda, altrimenti il risultato non sarà ottimale; l’aceto non riuscirà a combinarsi adeguatamente e perderà di forza. 

Una volta concluso questo primo passaggio, immergete un panno morbido nella bacinella e lasciate che si impregni per bene.

Strizzatelo leggermente ed iniziate a passarlo sulle fughe compiendo dei movimenti circolari. Non metteteci troppa forza perché rischiereste di rovinare lo smalto delle mattonelle. 

Dopo qualche tentativo e quando il risultato vi sembrerà soddisfacente, prendete un secondo panno pulito e risciacquate il tutto. Potrete notare fin da subito il cambiamento e restarne stupiti. 

pulire-le-fughe-della-doccia

l

5) Acqua Ossigenata

L’acqua ossigenata è facilmente reperibili in ferramenta, anche in confezioni abbastanza generose. Il suo effetto è molto simile a quello del bicarbonato, quindi sia sgrassante che sbiancante. 

Tuttavia, dato che parliamo di un prodotto abbastanza aggressivo, vi consigliamo di indossare un paio di guanti protettivi. 

Procedete versando l’acqua ossigenata sulle fughe della doccia, aiutandovi con un panno per distribuirla al meglio. Strofinate forte fino a quando tutto lo sporco non sarà eliminato del tutto. Poi potrete risciacquare la superficie utilizzando un secondo panno. 

Se le piastrelle sono molto sporche potrebbe essere necessario seguire le stesse indicazioni più volte, ma il risultato finale varrà il tempo impiegato. 

6) Sale, Aceto e Limone

Torna l’aceto per la seconda volta, questa volta accompagnato da altri due elementi: il sale e il limone. L’insieme di questi tre agenti genera un forte potere sgrassante. Sono in grado di sciogliere qualsiasi residuo di sporco e prevenire la formazione della muffa. 

Per preparare la soluzione dovrete unire due parti d’aceto, una parte di limone e un cucchiaino di sale fino. Si formerà una miscela liquida con piccoli granelli che andranno a grattare via lo sporco. 

Cospargete le fughe con il prodotto e strofinate leggermente, poi lasciate agire il tutto per qualche ora e risciacquate delicatamente.

Ricordatevi che più tempo tenete in posa il composto, più sarà forte l’azione pulente. Regolatevi in base al livello di sporcizia delle mattonelle. 

Detergenti e Prodotti Specifici 

A questo punto possiamo passare alla seconda categoria, che fa riferimento a prodotti specifici, in grado di aiutarvi a rimuovere quanto più sporco possibile. 

Un consiglio utile è quello di unire uno di questi metodi ad un rimedio naturale, fondendo le due alternative per generarne una molto più efficacie. 

In ogni caso, iniziamo da una serie di prodotti facilmente reperibili sul mercato; potete trovarli nei supermercati e nei negozi di casalinghi.

7) Spazzole Pulisci – Fughe

Avete mai visto questo tipo di strumento? E’ utilissimo per pulire le fughe delle piastrelle del box della doccia. 

Ha la stessa forma allungata di una classica scopa, con una punta molto particolare, che si dirama in piccole spazzole perfette per pulire le fughe. 

Le spazzole sono disponibili in dimensioni e spessori differenti, in modo da adattarsi facilmente a tutti i tipi di piastrelle. Il manico lungo le rende molto semplici da manovrare e da utilizzare, oltre che adatte anche alla pulizia del pavimento. 

Fate attenzione alla pressione che dedicate al manico, non è necessario strofinare con troppa forza. Le setole delle spazzole sono abbastanza spesse e resistenti da pulire adeguatamente.

8) Spazzolino

Se la vostra intenzione è quella di spendere il meno possibile, allora questo metodo potrebbe essere la soluzione ideale per capire come pulire le fughe delle piastrelle nella doccia. 

Cercate in casa un vecchio spazzolino che avete smesso di utilizzare, oppure prendetene uno nuovo. Le piccole dimensioni dello spazzolino lo rendono perfetto per la pulizia delle fughe, soprattutto se lo sporco è ben ostinato. 

Come dicevamo, potrebbe essere interessante combinare l’uso dello spazzolino ad uno dei rimedi naturali sopra proposti, in modo da aumentare ed accentuare il suo potere pulente. 

In particolare, la combinazione fecola di patate e spazzolino sembra produrre grandi risultati nella rimozioni della muffa. 

9) Detergenti Antimuffa

Tra le corsie del supermercato vi sarà sicuramente capitato di intravedere prodotti dedicati al bagno e all’antimuffa. Se leggete attentamente le diciture dell’etichetta potreste trovare quello più adatto alle vostre necessità. 

Il nostro consiglio è quello di individuare i detergenti che riportano la scritta “pulizia delle fughe”, che contengono specifici prodotti indirizzati esclusivamente alla rimozione di questo tipo di sporcizia. 

Leggete anche la lista degli ingredienti inseriti all’interno ed assicuratevi che non ci sia nulla di troppo “chimico” che potrebbe rovinare le mattonelle. Se qualche nome non vi torna, cercatene le caratteristiche generali su Internet, in modo da saperne di più ed essere più sereni. 

A livello di consistenza, vanno bene sia i detergenti liquidi – troverete soprattutto gel – sia prodotti in polvere che vanno diluiti con un po' d’acqua. Se le fughe sono abbastanza sporche, meglio scegliere quelli in polvere.  

10) Vaporetto

L’ultimo metodo è forse uno dei più anticonvenzionali, ma anche estremamente efficacie. L’uso del vaporetto per pulire le fughe della doccia vi consente una perfetta igienizzazione delle superficie, che risulteranno sicuramente più lucide. 

Il vaporetto è uno strumento in grado di produrre vapore, simile ad un ferro da stiro per quanto riguarda il funzionamento generale. Per sfruttarlo al meglio dovrete posizionarlo molto vicino alle fughe e seguire attentamente il percorso segnato dallo sporco che volete rimuovere. 

Il calore del vapore sarà in grado di sciogliere le incrostazioni e renderà molto più semplice rimuoverle. Lasciate agire il vapore per qualche minuto, poi pulite per bene le fughe con un panno pulito, ed infine procedete di nuovo usando il vapore. 

La seconda azione servirà a igienizzare le piastrelle e a prevenire la formazione di nuova muffa. 

Consigliamo poi di asciugare il tutto con un panno pulito per evitare che il calcare torni a farsi vedere troppo presto e vanifichi il vostro duro lavoro. 

Cura della Piastrelle

Mantenere un buon livello di pulizia è fondamentale per assicurarsi che le piastrelle restino sempre perfette. 

E’ consigliabile continuare a pulire il bagno e le fughe della doccia almeno un paio di volte a settimana, aiutandosi con uno spazzolino o con una spugnetta morbida. 

Sono assolutamente sconsigliate le spugnette di metallo o quelle troppo ruvide, perché finirebbero con il rovinare lo smalto delle piastrelle e renderle più opache. 

Prediligete la delicatezza e la continuità, invece dell’aggressività una volta ogni tanto. 

Inoltre, ricordatevi di scegliere prodotti indirizzati appositamente alla pulizia delle fughe, così da non sbagliare.

Potete scegliere sia tra i prodotti naturali che vi abbiamo consigliato, sia tra i detergenti disponibili sul mercato seguendo le indicazioni che vi abbiamo dato parlando del metodo numero nove. 

Conclusioni

Dopo aver letto tutti e dieci i metodi per la perfetta pulizia delle fughe della doccia, siete pronti per renderle più bianche possibile ed eliminare lo sporco una volta per tutte. 

Ricordatevi di seguire attentamente le istruzioni, soprattutto per ciò che riguarda le dosi dei rimedi naturali, nonostante sia davvero improbabile causare danni seri alle mattonelle. 

Infine, vi consigliamo di prendervi cura costantemente delle vostre piastrelle, evitando che lo sporco arrivi a formarsi. Ripetere le operazioni che vi abbiamo proposto almeno una volta al mese potrebbe essere una scelta vincente per assicurarvi che il nero non torni più. 

Piastrelle lucide e fughe della doccia pulite renderanno il vostro bagno mille volte più accogliente, facendovi sentire immediatamente a casa.