Come eliminare l'odore di muffa dalla tua casa

Come Eliminare l’Odore di Muffa dalla Tua Casa? 10 Trucchi Dovresti Conoscere

La muffa è tra i peggiori parassiti che possiamo trovare in ogni abitazione. Oltre ad essere maleodorante e disgustosa, può anche essere dannosa per la salute.

In molti si chiedono quotidianamente come eliminare odore di muffa dalle proprie case. Tuttavia, non sono ancora riusciti a trovare un metodo efficace per farlo.

Anche tu vuoi scoprire i migliori trucchi per combattere l’odore di muffa in casa? Allora stai leggendo l’articolo giusto. Una volta applicati i nostri dieci consigli, la muffa sarà solo un brutto ricordo.

Odore di muffa: quali sono le cause?

Gli odori di muffa sono causati dalla crescita di spore di muffa. Queste sono presenti ovunque. Quando atterrano in un ambiente accogliente con umidità e cibo, cominciano a moltiplicarsi ed emettono gas rilevabili dai nostri nasi.

Anche se non è piacevole, è importante che gli esseri umani sentono l'odore di cose che potrebbero essere potenzialmente pericolose. In effetti, la ricerca lo ha dimostrato.

Le persone con un olfatto scarso o inesistente hanno tre volte più probabilità di sperimentare un evento pericoloso rispetto alle persone con capacità olfattive intatte.

Detto questo, l’odore che si sente non è di per sé muffa. Si tratta, invece, di composti organici di muffa volatili. Sono delle sostanze chimiche associate ad una certa fase del ciclo di vita della muffa.

La loro caratteristica principale è che sono abbastanza volatili da evaporare, ma hanno un odore abbastanza forte da essere rilevato.

Sfortunatamente, le spore di muffa crescono rapidamente, e non ci vuole una colonia estremamente grande per creare cattivi odori.

Per questo anche le minime manifestazioni di muffa devono essere pulite via prontamente. In seguito, la zona deve essere monitorata per evitare un ritorno di crescita.

come eliminare odore di muffa

Ti stai chiedendo come togliere la muffa dai muri? Se l'area contenente la muffa è estremamente ampia, può essere necessario l’intervento di un professionista.

Per piccole colonie di muffa su tessuti o pareti, invece, basta seguire i nostri consigli. 

Lottare con la puzza di muffa nella propria casa e sui propri vestiti può essere frustrante. Soprattutto quando si lavora sodo per mantenere le cose pulite. Ma la buona notizia è che puoi liberarti degli odori di muffa da casa tua, dai tuoi vestiti e dalla tua vita.

Nei paragrafi a seguire troverai dieci trucchi per eliminare, contenere e prevenire la formazione della muffa. Grazie a questa guida sarà un gioco da ragazzi mantenere sotto controllo i cattivi odori in casa tua.

1. Individua la fonte dell'odore di muffa

Non è sempre divertente leggere su come la muffa possa influenzare la nostra casa e salute. Ma si tratta di informazioni essenziali da avere.

Una volta superate le basi, è il momento di agire in modo da poter eliminare quell'odore di muffa da casa. 

È ora di dare un'occhiata e una sniffata in giro per la casa. Finché non identifichi la fonte della puzza di muffa a casa, non riuscirai mai a liberartene.

Anzi, l’odore peggiorerà solo nel tempo. Prima di cercare di coprire l'odore, prendi un po' di tempo per guardarti intorno alla ricerca di macchie di muffa. 

Ma da dove iniziare? Inizia la tua ricerca nelle aree che sono spesso calde e umide, come il bagno.

Controlla la crescita di muffa in luoghi come la doccia e la tenda della doccia. Dai un’occhiata anche ad eventuali perdite intorno a lavandini, vasche e servizi igienici.

 Per tenere l’odore di muffa sotto controllo, è importante riparare ogni eventuale perdita. Se non lo fai, gli odori non potranno essere controllati. 

Le perdite sotto un lavandino possono sicuramente causare un odore sgradevole. Se non hai ispezionato la zona da un po', l'odore di muffa potrebbe essere peggiorato. Così facendo, con il tempo continuerà a peggiorare finché l'intera casa puzzerà di muffa.

Spostati poi in cucina. Qui puoi cercare perdite intorno al lavandino e alla lavastoviglie. Controlla al di sotto e all’interno del frigorifero e di piccoli elettrodomestici che utilizzano l'acqua, come caffettiere e teiere.

Assicurati di controllare anche la pattumiera, perché la muffa potrebbe crearsi sotto il sacco della spazzatura monouso.

Non hai ancora trovato nulla? Anche se non è la stanza più umida, potrebbe esserci odore di muffa in camera da letto. Per questo è importante dare un’occhiata anche alle zone giorno e alla camera da letto.

Verifica la presenza di perdite intorno alle chiusure delle finestre oppure sotto i vasi delle piante. Controlla gli armadi perché potrebbero contenere muffa causata dalla conservazione di scarpe o vestiti umidi. Potrebbe essere utile controllare anche il materasso.

Non dimenticarti poi della soffitta, della cantina e del garage. Si tratta delle zone più umide della casa, dove la puzza di muffa potrebbe essere più forte.

Verifica la presenza di perdite di acqua intorno alle finestre, al boiler e alle prese d'aria.

Infine nella lavanderia, controlla le perdite intorno alla lavatrice e intorno alla porta di carico. Assicurati che la presa d'aria dell'asciugatrice sia pulita e che la presa d'aria esterna non sia bloccata.

Solo in queste condizioni ci sarà un buon flusso d'aria che permetterà di eliminare l'umidità.

Anche se non si vedono segni visibili di muffa, si può essere proattivi. In che modo? Pulendo la lavatrice con un mix di aceto bianco e bicarbonato di sodio. Inoltre, non dimenticare di annusare il cesto della biancheria.

 Se gli asciugamani umidi vengono lasciati a lungo in un mucchio, si può formare la muffa.

2. Lava via la muffa

Una volta individuata la fonte dell’odore di muffa, bisogna agire direttamente sul parassita. Ma come eliminare odore di muffa? Si può provare con della candeggina di cloro diluita. Si tratta di un metodo altamente efficace nell'uccidere muffa su superfici come:

  • piastrelle di ceramica e stucco
  • muri di cemento
  • tessuti lavabili.

Puzza di muffa, come toglierla in modo naturale? È anche possibile utilizzare un approccio più naturale spruzzando la zona con aceto bianco distillato.

Lascia lavorare l'aceto per circa un'ora. In seguito, strofina via la muffa con una spugna o un panno in microfibra immerso nel bicarbonato di sodio.

Odore di muffa negli armadi, come eliminare? Spesso la muffa presente negli armadi risiede in capi d’abbigliamento umidi.

I tessuti lavabili che contengono muffa devono essere puliti con acqua calda e un detersivo per bucato resistente. Inoltre, per i tessuti bianchi, occorre utilizzare candeggina al cloro. Segui le linee guida di pulizia per le scarpe ammuffite e lava a secco solo i vestiti.

3. Favorisci la circolazione dell’aria

Quando si tratta di come eliminare odore di muffa, uno dei metodi più efficaci è aumentare la circolazione dell’aria.

 Che si trovino prove visibili di muffa o meno, l’odore di muffa simboleggia una scarsa circolazione dell’aria. Quando l'aria ristagna, i livelli di umidità aumentano e la muffa prospera.

Odori di muffa sono spesso creati da polvere e scarsa ventilazione. Una volta che si ottiene un po' di aria fresca in casa, gli odori dovrebbero diminuire notevolmente.

 Più si può mantenere l'aria in movimento in casa, meglio è. La ventilazione contribuirà a rimuovere l'odore di muffa da casa e a renderla meno attraente per la muffa.

pulisci fughe piastrelle

Odore di muffa, come eliminarlo? Bastano semplici azioni per migliorare la circolazione dell’aria. Apri finestre e porte, accendi ventilatori in soffitta e nel sottotetto o aggiungi ventilatori circolanti in ogni stanza.

Apri le tende e le persiane in modo che entri più aria fresca possibile. Apri armadi, armadietti e cassetti per arieggiare anche questi spazi.

4. Aziona il sistema di riscaldamento o raffreddamento

Come eliminare odore di muffa migliorando la temperatura della casa? Azionare il sistema di riscaldamento o raffreddamento in casa può aiutare a estrarre gli odori. Inoltre, le spore di muffa vengono catturate nei filtri.

Perciò, assicurati che il sistema abbia filtri puliti e sostituiscili regolarmente per risultati ottimali.

Se pensi che i piccoli tunnel di filtraggio dei condizionatori siano la fonte del cattivo odore, contatta un professionista. Egli saprà identificare eventuali presenze di muffa attraverso l’uso di una telecamera speciale.

Inoltre, la luce, specialmente quella solare, con la sua componente ultravioletta, è un buon disinfettante. Dopo tutto, i raggi UV vengono utilizzati per disinfettare l'acqua in alcuni sistemi delle piscine.

Lasciare entrare un po' più di luce in casa può fare meraviglie per l'odore di muffa. Inoltre, può aiutare a proteggere l’ambiente contro la formazione della muffa.

come eliminare odore di muffa

5. Lava bene tappeti e mobili imbottiti

Come togliere la muffa dai tappeti e dai divani? Puoi decidere di farlo da solo o di affidarti all’aiuto di un professionista.

Una pulizia profonda dei mobili imbottiti non è da sottovalutare per il mantenimento della situazione muffa in casa.

Il materiale morbido assorbe l'umidità ambientale, il che può portare alla crescita della muffa. Se ti impegni a ridurre l'umidità in casa, col tempo, li tessuto morbido si asciugherà e diventerà resistente alla muffa.

 Ma ci vuole parecchio tempo perché l’umidità presente in profondità all’interno dei mobili venga espulsa. 

Se la muffa è già in stato avanzato, sarà più semplice ed efficace sbarazzarsi del mobile e comprarne uno nuovo.

 Ma se la situazione non è così grave, si può ancora intervenire pulendo e disinfettando bene l’area interessata. 

Il momento migliore per lavare tessuti morbidi? Assicurati di lavare tappeti e divani in giornate asciutte e ventilate. In questo modo, i tessuti si asciugheranno rapidamente, evitando la formazione di ulteriore umidità in casa e nei tessuti stessi.

6. Mantieni la casa pulita

Sembra ovvio, ma a volte ci dimentichiamo delle regole basilari. Quando ci si chiede come eliminare odore di muffa, la prima cosa da fare è pulire ogni spazio della casa. Spolvera e disinfetta ogni angolo, anche e soprattutto quelli più difficili da raggiungere.

Un panno umido seguito da un piumino spolverino può aiutare a rimuovere più strati di polvere. I tappeti devono essere puliti con l’aspirapolvere e i pavimenti duri devono essere lavati.

Inoltre, cerca di sbarazzarti di tutto ciò che non è fondamentale. Volantini, scontrini, carte delle caramelle, riviste vecchie a volte vengono dimenticate in varie zone della casa.

Con il tempo, questi oggetti diventano la casa perfetta per polveri e muffe. Cerca di mantenere gli spazi in ordine e sbarazzati della spazzatura regolarmente per evitare la creazione di muffa.

cosa fare per odore di muffa

7.Installa un deumidificatore

Puzza di muffa, come eliminarla? Poiché la muffa ha bisogno dell'umidità per prosperare, diminuire il livello può contribuire a mantenerla sotto controllo.

Alcuni sistemi di riscaldamento o raffreddamento hanno deumidificatori inclusi, oppure possono essere acquistati a parte. È essenziale mantenere i deumidificatori puliti e i bidoni della raccolta dell'acqua vuoti affinché siano efficaci.

L’umidità è nemica dei padroni di casa ma è la migliore amica delle muffe. Per questo è importante mantenere bassi i suoi livelli. Nelle zone con un’umidità eccessiva, possono essere effettuate operazioni aggiuntive per tenere sotto controllo la situazione. Tra queste troviamo:

  • l’installazione di dispositivi di ventilazione
  • il posizionamento di barriere di umidità su un terreno umido
  • il reindirizzare del flusso d'acqua all'esterno della casa.

Mantenere la casa ad un livello di umidità ideale (tra il 40 e il 50%) è molto importante. Sarà un passaggio fondamentale per la prevenzione della comparsa della muffa e, naturalmente, di quell'odore sgradevole.

8. Utilizza assorbitori di odori

Non sai cosa fare per odore di muffa? Un altro metodo per combatterlo è utilizzare l’effetto degli assorbitori di odori.

 Questi funzionano attraverso il carbone attivo e possono essere utilizzati in spazi in cui manca una buona circolazione dell’aria. Ad esempio, si possono appendere in un armadio.

Altri strumenti efficaci per assorbire gli odori sono:

  • una ciotola di bicarbonato di sodio secco
  • i fondi di caffè
  • la lettiera del gatto. 

Si tratta di prodotti che assorbono l'odore, quindi dovrai buttarli via e sostituirli ogni due settimane o giù di lì. In questo modo sarai sicuro di ottenere sempre risultati ottimali nel lungo periodo.

9. Acquista dei piacevoli profumatori

Solo una volta eliminata la causa della muffa e la muffa stessa, si può passare alla profumazione dell’ambiente. Farlo prima non sarebbe sensato poiché non avrebbe conseguenze prolungate nel tempo.

Come eliminare l’odore di muffa dagli oggetti o dalle stanze? Esistono diversi modi per farlo. Ad esempio, si possono far bollire spezie o scorze di agrumi, oppure si possono accendere candele profumate.

Altri ottimi metodo possono essere l’utilizzo di diffusori di olio essenziale o di deodoranti per ambienti.

odore di muffa come eliminarlo

Un modo veloce per eliminare gli odori di muffa è far bollire dell'acqua e aggiungere bucce di limone alla pentola. Dopo che il profumo fragrante di limone verrà rilasciato, rimuovi la pentola dal fornello.

Poi, con attenzione, posizionala in una zona puzzolente. Scegli una superficie stabile e togli il coperchio dalla pentola. In questo modo il vapore e la fragranza di limone riempiranno la stanza e agiranno come un deodorante naturale dell'aria.

Posiziona un ventilatore vicino alla pentola di acqua al limone fumante per far circolare la fragranza in tutta la stanza.

Una volta raffreddata l'acqua, inseriscila in una bottiglia spray e spruzzala in giro come un deodorante per aria naturale.

10. Sii diligente

Ora che hai scoperto tutti i principali trucchi per sbarazzarti della muffa, mettili in pratica con costanza. Per evitare che gli odori di muffa ritornino, è necessario fare attenzione alla pulizia e al mantenimento della casa.

Mantieni sempre asciutte le superfici e fornisci una buona ventilazione e circolazione dell'aria. Infine, controlla spesso qualsiasi traccia di crescita della muffa.

 Ricordati che, oltre ad essere disgustoso, l’odore di muffa fa male alla salute e prevenire è meglio che curare.

Se seguirai tutti questi passaggi, la tua casa non puzzerà più come una vecchia biblioteca o la soffitta della nonna.

Tutto ciò che rimane da fare è tenere a bada la muffa. In questo modo, la tua casa rimarrà fresca e la tua famiglia in buona salute.

I sintomi del contatto con la muffa

Come abbiamo già detto, la muffa può essere dannosa per la nostra salute e un’esposizione prolungata può avere conseguenze negative.

Sebbene sia necessaria una maggiore ricerca, alcuni sintomi comuni di esposizione umana a composti organici volatili microbici possono includere:

  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Irritazione nasale
  • Affaticamento
  • Nausea.

I rischi di salute per te e la tua casa

Quando lasciata non trattata per lunghi periodi, la muffa può causare danni strutturali alla casa e al suo contenuto. Anche se gli ambienti ammuffiti non sempre causano sintomi di salute, CDC (Center for Disease Control and Prevention) parla chiaro. L'esposizione ad ambienti ammuffiti può causare: 

  • naso chiuso
  • irritazione della gola
  • tosse
  • dispnea
  • irritazione degli occhi e della pelle. 

Chi soffre di allergie alla muffa ovviamente può avere delle reazioni più gravi. L'EPA (Environmental Protection Agency) segnala che per le persone allergiche alla muffa, questa può causare attacchi di asma.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close